« Torna indietro

Ragusa: vietata vendita di oggetti, souvenir, gadget che inneggino o richiamino in termini positivi alla mafia e alla criminalità organizzata

Sul sito istituzionale del Comune è stata pubblicata  l’Ordinanza sindacale n. 1155 a mezzo della quale,  su tutto il territorio comunale, è fatto divieto di vendita di qualsiasi tipo di oggetto, souvenir, gadget che inneggi o semplicemente richiami “in termini positivi”, in qualunque modo e forma, alla mafia ed alla criminalità organizzata in genere.

Il provvedimento scaturisce da un atto di indirizzo del Consiglio Comunale riguardante la materia,  e dalla considerazione che il Comune di Ragusa, come indicato nello Statuto dell’Ente, si impegna ad adottare tutti gli atti necessari promuovere una cultura democratica e antimafiosa oltre al fatto che deve essere continuamente a totalmente contrastato ogni tipo di atteggiamento anche di mera indifferenza nei confronti della cultura mafiosa promuovendo iniziativa culturali, sociali ed amministrative idonee ad eliminarle

Nell’ordinanza emanata si rileva altresì che nell’intero territorio siciliano sono vergognosamente presenti “linee commerciali” di prodotti, tipo souvenir e gadget in cui, talvolta in modo indiretto e subdolo, talvolta esplicitamente, viene miticizzato o esaltato il personaggio mafioso o il fenomeno mafioso, la cui vendita nel territorio comunale di Ragusa, con apposita ordinanza, viene vietata.

x