« Torna indietro

Senza categoria

Reggina-Benevento, la differenza la fanno gli attaccanti: finisce 0-3 al Granillo

Pubblicato il 6 Aprile, 2022

Una partita che ha visto forse un risultato troppo severo per gli amaranto che nonostante le tre reti subite ci hanno provato fino alla fine. Al Granillo il Benevento di Caserta ha avuto vita fin troppo facile contro una Reggina dai due volti. Un primo tempo che ha visto il dominio degli ospiti con i reggini in balia del palleggio veloce di Improta e compagni, ancora più intelligenti nel gestire il vantaggio trovato con Insigne al 21′ su ingenuità di Crisetig. Il gioco dei sanniti si è suddiviso sia nella fase del possesso palla che in quello di non possesso, pronti a pressare alti gli avversari nelle diverse zone del campo. Nel secondo tempo che la Reggina ha tentato l’affondo, trovando un Paleari straordinario in due occasioni, prima su Menez e poi su Lombardi. L’attacco amaranto nella giornata odierna con il francese e Galabinov non ha reso al meglio e con il bulgaro fischiato al momento della sostituzione. Nel momento migliore per la Reggina che il Benevento ha trovato la rete del raddoppio con un gol di Forte da vedere e rivedere, lo Squalo ha insaccato di testa un pallone alle spalle di Turati, imprendibile. L’innesto in campo di Bellomo, Denis e Rivas non ha portato il risultato sperato a Stellone che a pochi minuti dal fischio finale ha visto anche il terzo gol di Moncini.

Una differenza abissale tra l’attacco dei padroni di casa e quello ospite, letale al momento giusto. Non in forma Menez, reduce da un infortunio e non ancora al meglio delle proprie condizioni. Non pervenuto Galabinov.

Tre punti che lanciano in alto il Benevento, rimasto in Calabria anche nel post gara. La Reggina con la sconfitta e la penalizzazione in arrivo dice addio al sogno play-off,

x