« Torna indietro

Reggina: cuore e grinta, gli amaranto conquistano un punto prezioso al Tardini

Pubblicato il 5 Marzo, 2022

Una delle partite più combattute del campionato di Serie B è andata in scena oggi al Tardini di Parma tra i crociati e la Reggina. Un match concluso sul risultato di 1-1 tra due squadre che hanno lottato su ogni pallone, conquistandosi gli applausi del pubblico.

Davanti agli oltre 700 tifosi giunti da Reggio Calabria e provenienti dal Nord Italia, la Reggina di Roberto Stellone ha giocato una delle prestazioni più brillanti della stagione nonostante la rosa decimata dagli infortuni (7 assenti) e la difesa adattata dei calabresi.

Organizzazione e punti di forza che sono emersi dalla prestazione odierna nonostante un match spaccato in due dai tanti falli e calci di punizione. Cinque i cartellini gialli che l’arbitro Abbattista ha estratto nei confronti di Hetemaj, Folorunsho, Amione, Menez e Giraudo in soli cinque minuti. Un primato che nel corso del campionato non si era ancora visto e che ha spinto gli uomini di Iachini ad attaccare l’area di rigore avversaria. Da un pallone rimpallato in area che è arrivata la rete del vantaggio con Brunetta su assist di Simy. Colpevole la difesa amaranto che -seppur adattata con Adjapong, Amione e Di Chiara- non è riuscita nella marcatura dell’avversario.

Nella seconda frazione di gioco che la Reggina ha dimostrato ancora più organizzazione, scendendo in campo e volendo fortemente il pareggio. I cambi di Stellone si sono rivelati così decisivi soprattutto con Lombardi, all’esordio con la casacca amaranto che su assist di Gianluca Di Chiara ha trovato la giusta deviazione, portando la Reggina sull’1-1.

Nello sprint finale che sia i padroni di casa che gli amaranto hanno avuto occasioni preziose per mettere nel bottino i 3 punti. La più nitida con Folorunsho in contropiede per i calabresi e con Vazquez per i crociati che hanno trovato il muro Turati.

Proteste da entrambe le parti per due presunti calci di rigore non assegnati da Abbattista: il primo su un tocco di mano in area del Parma su azione personale di Menez e il secondo su una presunta spinta in area di rigore ai danni di Correia.

Un pareggio tutto sommato più che giusto che serve più alla Reggina rispetto al Parma; gli amaranto continuano la serie di risultati importanti in attesa della sfida contro il Perugia in programma giorno 12 al Granillo.

x