« Torna indietro

Reggina, Stellone è un libro aperto: “Manca solo la firma di Gallo. Lecce? Non voglio fare il dispetto, ma…”

Pubblicato il 16 Aprile, 2022

Un libro aperto come ormai d’abitudine il tecnico della Reggina, Roberto Stellone, che nel corso della conferenza stampa pre-Lecce ha affrontato anche diversi argomenti legati al futuro.

Permanenza in amaranto

Ancora non ho incontrato Gallo ma con Taibi abbiamo trovato l’accordo su tutto. Manca solo la firma del presidente per ufficializzare la mia permanenza a Reggio Calabria. Concordo con la l’idea della linea societaria per il futuro. Bisogna essere bravi anche adesso perchè molti calciatori scelgono di andare in determinate squadre anche in base all’allenatore che c’è in panchina. Io ho già le mie idee ed i giovani vanno scelti in base alle caratteristiche che ci interessano. Mi fido ciecamente del presidente e sul discorso iscrizione non ho dubbi. Integrare qualcuno del settore giovanile? Non ho avuto tempo per monitorare i giovani del nostro settore ma insieme a Taibi affronteremo tutte le argomentazione e valuteremo anche se portare qualcuno del nostri giovani in ritiro.

Finale di stagione

Sono arrivato qui che eravamo a due punti dai play-out. La sconfitta di Terni ci ha portati poi ad un percorso importante. Abbiamo raggiunto la salvezza e adesso c’è da festeggiare perchè guardando indietro non era facile uscirne.

Contro il Lecce schiererò la mia formazione migliore. Loro sono forti e in salute, hanno perso solo tre partite in tutta l’annata. Noi daremo il massimo. Non voglio fare il dispetto al Lecce, perchè lì ho giocato e sono stato molto bene, è una società che porto sempre nel cuore. Noi cercheremo di fare la partita mettendoci il massimo dell’impegno. Ogni calciatore ha un obiettivo personale quando scende in campo, nessuno di loro scenderà sul terreno di gioco con la bandiera bianca in mano.