« Torna indietro

Reggio Emilia

Reggio Emilia, detenuto seviziato dagli agenti penitenziari: “Ho avuto paura di morire” (IL VIDEO CHOC)

Pubblicato il 10 Febbraio, 2024

“Devo ammettere che nonostante credo sia giusto denunciare quello che è successo, ho molta paura che possa risuccedere, anche perché quello che è successo quel giorno e quello che ho provato non lo dimenticherò mai. In queste notti non riesco a dormire perché ripenso a quanta paura ho avuto di morire e a tutta quella forza e violenza che è stata usata nei miei confronti mentre ero a terra e ammanettato”.

Sono le parole verbalizzate pochi giorni dopo il pestaggio del 3 aprile in carcere a Reggio Emilia nella denuncia del 43enne detenuto.

A marzo dieci agenti di polizia penitenziaria saranno davanti al giudice per l’episodio. 

“E’ stato un lungo momento di terrore puro, in cui ho pensato che non avrebbero mai smesso”, racconta nella denuncia alla Procura il 43enne.

“Ho esposto al mio avvocato – proseguiva il detenuto dopo aver ricostruito tutto quello che gli era successo – la mia ferma volontà di denunciare l’accaduto, perché come io sto pagando per gli errori che ho fatto, è giusto che chi mi ha picchiato, approfittando del mio stato detentivo e della circostanza che fossi ammanettato e in minoranza, risponda legalmente di ciò che ho fatto. Sono consapevole dei rischi che posso correre denunciando tutto questo proprio mentre sono nello stesso carcere, ma non è giusto quello che è successo”.

About Post Author

Skip to content