« Torna indietro

novavax

In una foto d'archivio dosi del vaccino Novavax, 22 dicembre 2021. Il vaccino Novavax, secondo le indicazioni della commissione tecnico scientifica dell'Aifa, verra' utilizzato nella somministrazione come ciclo primario di vaccinazione e non come booster, ovvero non per il richiamo successivo. La vaccinazione prevede un ciclo vaccinale primario di due dosi a distanza di tre settimane l'una dall'altra.. ANSA/ JUSTIN TALLIS / AFP

Covid, la regione rimanda le prenotazioni per il vaccino Novavax

Pubblicato il 23 Febbraio, 2022

Sono “pronte 22 linee di somministrazione per circa 5mila slot disponibili al giorno. L’avvio delle prenotazioni, previsto per domani, slitta poiché ad oggi non abbiamo avuto ancora certezza sul giorno di arrivo delle forniture del vaccino. Per il Lazio prevista una fornitura da 100mila dosi”.
Queste le parole, decisamente preoccupanti, pronunciate dall’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato sulla disponibilità del vaccino Novavax che, nelle intenzioni dei vertici regionali, essendo a base proteica, quindi più ‘tradizionale’, dovrebbe convincere a sottoporsi alla vaccinazione anche i più irriducibili.

Intanto, nella provincia di Latina, sono partite le somministrazioni della quarta dose per i soggetti fragili individuati nella Circolare Ministeriale, l’importante è che siano trascorsi i 120 giorni dall’ultima dose. Da domani sono aperte anche le prenotazioni sul portale regionale.