« Torna indietro

Roma cerca ancora Daniele Potenzoni, scomparso nel 2015

Daniele Potenzoni, 41 anni, affetto da autismo, è scomparso alla stazione Termini il 10 giugno 2015 mentre si recava all’udienza papale del mercoledì con un’associazione di volontari: 14 ragazzi disabili e tre educatori del Cfp di Borgo Lombardo.

Pubblicato il 3 Marzo, 2021

Daniele Potenzoni, 41 anni, affetto da autismo, è scomparso alla stazione Termini il 10 giugno 2015 mentre si recava all’udienza papale del mercoledì con un’associazione di volontari: 14 ragazzi disabili e tre educatori del Cfp di Borgo Lombardo.

Daniele, allora 36enne, secondo le ricostruzioni di chi era con lui, sarebbe salito in metro a Termini sbagliando vettura, mentre il resto del gruppo rimaneva a terra. Chiusa la porta alle sue spalle, di lui si è persa ogni traccia. Sono partite le ricerche delle forze dell’ordine e gli avvistamenti dei cittadini. La foto su un tram, la testimonianza di una donna in via Giolitti, la segnalazione ad Anagnina, poi a Ponte Mammolo. Tutto smentito dalle indagini iniziali.

Da mesi, grazie a dei volontari, un camion vela sta girando per Roma con su una foto formato gigante di Daniele. Com’era al momento della scomparsa e come potrebbe essere diventato oggi. 

Una testimone dice di averlo visto mentre fumava una sigaretta al benzinaio in fondo a via Cornelia. Ci ha parlato e discusso, ma solo dopo, tornando a casa, lo ha associato al volto del ragazzo scomparso e ha subito presentato un esposto ai Carabinieri di Monte Spaccato.

Un secondo possibile avvistamento è avvenuto davanti a un supermercato di via Boccea, all’altezza della sede della Asl e della chiesa di Santa Maria di Nazareth. Qui una donna dice di averlo riconosciuto mentre aveva in mano due caffè a portar via, ricollegando, anche in questo caso solo a posteriori, il volto a quello che campeggia gigante sul camion vela che gira il quartiere e nei volantini diffusi tra i cittadini. E ancora una ragazza ha girato un video dal finestrino della sua auto. Quello che lei identifica in Daniele sarebbe un ragazzo, accompagnato da altri due uomini, con la postura lievemente curva, che si ferma all’improvviso e si tocca all’altezza del ginocchio con insistenza, quasi fosse un tic. 

Per chi lo ritrova c’è anche una ricompensa, fissata sempre da alcuni benefattori (che restano anonimi) di 30mila euro. Chiunque veda l’uomo ritratto nella foto o ne abbia notizia, può chiamare il 112 o il papà al numero 3288665808.

Skip to content