« Torna indietro

Roma, dubbi sul modulo. I commenti di Pinto, Veretout e Sabatini su Mourinho

Non è ancora chiaro se per la partita contro il Genoa Mourinho schiererà una difesa a 3 o a 4. Venerdì verranno valutate le condizioni dei giocatori, nel frattempo da tecnici e giocatori la fiducia in Mourinho è massima

Di certo c’è che Mourinho non avrà a disposizione tutti i terzini sinistri per la partita della 13esima giornata di serie A Tim:  Viña è out per un problema muscolare, Calafiori potrebbe anche farcela ma lo Special One sembra comunque intenzionato a preferirgli Ibanez, nel caso di un 4-3-1-2, o El Shaarawy nel caso di un 3-4-1-2.

Sembra invece confermata la coppia di attacco Abraham-Shomurodov, con un trequartista ad agire alle loro spalle. Dovrebbe essere Pellegrini, ma il capitano ha ancora il ginocchio gonfio e potrebbe non farcela. Al momento le possibilità di vederlo in campo contro il Genoa sono del 50%.

Se non dovesse farcela, Mourinho potrebbe pensare di schierare Zaniolo al suo posto, in un ruolo più centrale con libertà di svariare. L’altra soluzione è Mkhitaryan, che però negli ultimi tempi è apparso sottotono. Venerdì sarà il giorno chiave per capire se il capitano giallorosso potrà scendere in campo, per il momento ancora lavoro differenziato per lui come per SmallingSpinazzolaViñaCalafiori e Kumbulla, mentre ha lavorato parzialmente in gruppo Zaniolo.

Tanti i progressi e i miglioramenti invece per Spinazzola, che tornerà a lavorare a pieno regime in gruppo dopo la pausa natalizia.

Tiago Pinto ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport a proposito dello Special One: “Non posso dire che siamo soddisfatti perché sappiamo di dover fare meglio, sappiamo che nell’ultimo mese i risultati sono stati cattivi, ma sono fiducioso che il lavoro che stiamo facendo con la leadership di Mourinho ci porterà buoni risultati nel futuro. Non è certo il momento di mettere in discussione il progetto e la strategia e ancora meno la leadership di Josè Mourinho”.

Anche il rigorista dei giallorossi, Jordan Veretout, convocato con la nazionale francese per la prima volta a 28 anni in questa fase di qualificazione ai mondiali del 2022 in Qatar ha detto a proposito di Mourinho: “È un vincente, un allenatore adatto a un grande progetto come quello dei Friedkin alla Roma. È rigoroso, ha un’esperienza incredibile.

Si è aggiunto ai commenti anche l’ex direttore sportivo Walter Sabatini che ha analizzato le sofferenze giallorosse di questo periodo. Secondo lui il problema è nella rosa ristretta, ma è sicuro che con il ritorno di Spinazzola la Roma tornerà ad essere più che competitiva soprattutto se anche Zaniolo si lascerà definitivamente alle spalle gli infortuni e ritrova la sua forma migliore: ” la Roma è destinata a fare bene in futuro”, conclude.

x