« Torna indietro

Roma riparte, sito del Comune tra fantasia e realtà

Pubblicato il 22 Giugno, 2020

Roma riparte e un sito del Comune aiuta i cittadini a districarsi tra le tante ordinanze che hanno traghettato la capitale dall’emergenza in lockdown al recente avvio della fase 3. Al link https://www.comune.roma.it/romaiutaroma/it/romariparte.page, cui si può accedere anche dall’home page del Comune di Roma, c’è un elenco temporale di tutte le iniziative prese da sindaca e assessori dal 4 marzo in poi. Buona idea che però, almeno in questa prima versione pubblicata oggi e accompagnata da un comunicato stampa di annuncio, a nostro giudizio, si rivela ancora poco utile alla funzione di servizio, che il sito dovrebbe rivestire.

Noi di dayItaliaNews ci abbiamo provato a navigare il sito con le migliori intenzioni, salvo accorgerci che molte delle sezioni annunciate non ci sono e che per ritrovare argomenti di interesse bisogna andarsi a cercare i provvedimenti catalogati in ordine temporale . Il problema si sarebbe risolto con la possibilità di una ricerca per parole chiave o con un elenco di faq (frequently asked question, ovvero risposte generalizzate su argomenti oggetto di domande comuni, come usa sul web per facilitare la vita degli utenti), altrimenti il sito non è altro che un elenco per data di tutti i provvedimenti (a volte anche contraddittori) attuati dal 4 marzo in poi dalla giunta capitolina.

Si scopre, per esempio, che mentre rimangono chiusi i centri anziani ed è ancora quasi impossibile eliminare rifiuti ingombranti a causa della latitanza dell’Ama, che non risponde ai call center né tantomeno alle mail se non con enormi ritardi, l’80% dei dipendenti di Roma Capitale è rientrato parzialmente al lavoro con turni di due giorni a settimana ciascuno, mentre lo smart working in pianta stabile riguarderà almeno il 30% di loro anche dopo l’emergenza.

In realtà, con la nuova pagina web  l’amministrazione capitolina intende rendere facilmente accessibili, in forma interattiva, tutte le informazioni relative all’uscita dall’emergenza sanitaria, con la riapertura dei principali servizi cittadini e il graduale ripristino delle funzioni più rilevanti per la vita economica e sociale della città.

Per far ciò però bisognerebbe funzionassero le sezioni che sono state annunciate e di cui sul sito ad ora non v’è traccia.

Provate anche voi

https://www.comune.roma.it/romaiutaroma/it/romariparte.page

Ad esempio la sezione “Muoversi in città” dedicata alla mobilità sostenibile, con informazioni relative al trasporto pubblico, al nuovo piano delle piste ciclabili e all’accesso ai mezzi in sharing non appare, vi è solo un capitoletto sulla mobilità sostenibile che raccoglie l’annuncio delle iniziative (dai monopattini odiati e amati dalle diverse fasce della cittadinanza alle piste ciclabili più volte annunciate) ma nulla che faciliti gli accessi agli strumenti a disposizione di cittadini. Anche la sezione “Vivere all’aperto” che dovrebbe consentire di ottenere le indicazioni per praticare sport in sicurezza, per frequentare le aree verdi e le aree gioco per i bambini, nonché per accedere in sicurezza alle spiagge non esiste, le rispettive informazioni vanno cercate a tentativi . Tutte le informazioni sui nidi, sulle scuole dell’infanzia e sui centri estivi dovrebbero contenute nella sezione “Vivere la scuola” mentre in quelle “Vivere la cultura”si dovrebbe ritorvare la riapertura dei musei cittadini e della Casa del Cinema e contiene le indicazioni sulle iniziative di “Romarama, l’arte che muove la città, il palinsesto culturale messo in campo dopo il lockdown, un programma che copre i mesi da luglio a dicembre.

Skip to content