« Torna indietro

Salvaguardia dell’ambiente: tre i denunciati, due di loro sorpresi a sversare rifiuti pericolosi

Nell’ambito della “campagna congiunta di controlli del trasporto su strada e l’illecita gestione di rifiuti”, promossa dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, i militari delle Stazioni di Piazza Dante e Ognina, coadiuvati dai Carabinieri Forestali e del Nucleo Operativo Ecologico, hanno verificato in alcune zone della città il rispetto delle norme in materia ambientale.

Pubblicato il 13 Agosto, 2021

Nell’ambito della “campagna congiunta di controlli del trasporto su strada e l’illecita gestione di rifiuti”, promossa dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, i militari delle Stazioni di Piazza Dante e Ognina, coadiuvati dai Carabinieri Forestali e del Nucleo Operativo Ecologico, hanno verificato in alcune zone della città il rispetto delle norme in materia ambientale. 

Il servizio ha consentito di ottenere  i seguenti risultati:

Denunciati due pregiudicati catanesi, di 28 e 34 anni, poiché ritenuti responsabili di trasporto e stoccaggio di rifiuti speciali senza autorizzazione.

I carabinieri, intercettato l’autocarro in questo viale Libertà con a bordo i due denunciati, lo hanno seguito fino ad una discarica abusiva a cielo aperto, ubicata tra Catania e Misterbianco, dove una volta giunti stavano per sversare i rifiuti caricati precedentemente sul cassone.  Gli operanti, dopo averli bloccati e identificati, hanno accertato che a bordo del veicolo vi erano anche dei rifiuti speciali (es. elettrodomestici e PC) potenzialmente inquinanti per il suolo che, come previsto dalla legge, dovrebbero essere smaltiti esclusivamente da ditte specializzate. L’autocarro e l’intero carico sono stati posti sotto sequestro.

Denunciato un pregiudicato catanese di anni 70, poiché trasportava rifiuti senza autorizzazione. L’uomo è stato fermato mentre percorreva a bordo di una Ape Piaggio questa via Della Concordia poiché all’interno del cassone trasportava del materiale ferroso e altri tipi di rifiuti.

Anche in questa circostanza si è provveduto a porre sotto sequestro sia il mezzo che il carico.

I rifiuti sequestrati, in entrambi i casi, sono stati affidati ad una ditta specializzata che ne curerà il corretto smaltimento.          

Skip to content