« Torna indietro

San Biagio di Callalta omaggia il Milite Ignoto con un convegno e un monumento

Pubblicato il 13 Dicembre, 2021

13.12.2021 – San Biagio di Callalta, comune italiano dove il ricordo della Grande Guerra è ancora molto vivo, rende omaggio al Milite ignoto nel centesimo anniversario della deposizione sull’Altare della Patria. Lo fa con un due iniziative: un convegno e un monumento. Venerdì 17 dicembre, su iniziativa dell’associazione Callis Alta, il prof. Simone Menegaldo, esperto di storia affronterà il tema “Il milite ignoto ed i suoi riflessi sull’identità nazionale”. L’incontro pubblico, con inizio alle ore 21,00, si svolge presso la Sala Nobile del polo culturale Skholè a San Biagio (obbligo di Green Pass e di prenotazione al numero 3466074441). 

Domenica 19 dicembre, con inizio alle ore 9.45, sulla golena del Piave si terrà la cerimonia di inaugurazione del monumento realizzato da Maurizio e Gabriele Vazzoler. Si tratta di un progetto voluto dall’Amministrazione comunale con i gruppi Alpini di Fagarè e San Biagio di Callalta.

Il Milite ignoto (o Soldato Ignoto) è un militare italiano caduto al fronte durante la prima guerra mondiale e sepolto a Roma sotto la statua della dea Roma all’Altare della Patria. La sua identità resta ignota poiché il corpo fu scelto tra quello di caduti privi di elementi che potessero permettere il riconoscimento. 

La tomba del Milite Ignoto rappresenta simbolicamente tutti i caduti e i dispersi in guerra italiani; è scenario di cerimonie ufficiali che si svolgono annualmente in occasione di festività civili durante le quali il Presidente della Repubblica Italiana e le massime cariche dello Stato rendono omaggio al sacello del Milite Ignoto con la deposizione di una corona d’alloro in ricordo ai caduti e ai dispersi italiani nelle guerre. Fu inaugurata solennemente il 4 novembre 1921 con la traslazione da Aquileia dei resti di un soldato, dopo un viaggio in treno speciale attraverso varie città italiane.