« Torna indietro

San Biagio e Zenson ospitano la grande mostra documentaria su Anne Frank

Pubblicato il 24 Gennaio, 2022

24.1.2022 – La mostra “Anne Frank, una storia attuale”, promossa dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia in collaborazione con Anne Frank House di Amsterdam, arriva per la prima volta nella Marca, dopo aver toccato 100 Paesi del mondo. Ad ospitarla è il Comune di San Biagio di Callalta su iniziativa dell’Istituto comprensivo “A. Martini”.

Inaugurata venerdì scorso presso il polo culturale Skholè, sarà visitabile fino al 30 gennaio per poi spostarsi a Zenson di Piave. La mostra documentaria, composta di 34 pannelli espositivi, illustra il tema della persecuzione degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso la biografia di Anne Frank. Le fotografie, in gran parte inedite, le immagini e le citazioni delle pagine del diario di Anne fanno emergere le condizioni in cui una famiglia ebrea fu costretta a vivere durante il periodo nazista.

L’intreccio di 2 piani narrativi, la storia di Anne e della sua famiglia da un lato e gli eventi che stanno travolgendo l’Europa in quegli stessi anni dall’altro, riesce a porre efficacemente in rilievo temi quali il fanatismo politico e la ricerca di un capro espiatorio, le epurazioni, l’atteggiamento nei confronti degli ebrei, la Shoah e le violazioni dei diritti umani. Nel percorso della mostra sarà disponibile il documentario introduttivo: La breve vita di Anne Frank (28´). Attraverso incisive immagini dell’epoca il filmato illustra le origini e gli sviluppi della Seconda Guerra Mondiale. La vicenda di Anne Frank è narrata attraverso le citazioni dal diario e le fotografie di famiglia. Il film contiene inoltre una straordinaria e toccante testimonianza: le uniche immagini video finora rinvenute in cui compaia Anne, tratte da un filmato originale.

“E’ una mostra ricchissima di testimonianze. L’idea di ospitarla qui a San Biagio – spiega la dirigente scolastica Elisabetta Costa-Reghini – è scaturita nel luglio scorso grazie all’interessamento dell’insegnante Monica Urdich. Grazie al coinvolgimento di tutti i docenti e degli studenti ne è scaturito un dibattito che ha portato alla realizzazione di installazioni, disegni, video, che vanno a completare la mostra. Un’esperienza davvero coinvolgente e ricco di emozioni”.

All’inaugurazione, presenti i sindaci di San Biagio di Callalta e di Silea Alberto Cappelletto e Rossella Cendron, il parroco don Edy Savietto, sono intervenuti anche Aart Heering addetto stampa della Reale ambasciata dei Paesi Bassi e Stefano Musilli del Consolato generale di Milano, congratulandosi per il lavoro realizzato dalla scuola che “riflettendo sui diritti negati di oggi, ha saputo attualizzare il messaggio che da anni portiamo in giro per il mondo con la nostra mostra”.

La mostra sarà visitabile fino al 30 gennaio presso il polo culturale di San Biagio di Callalta, dal 2 al 6 febbraio presso l’auditorio della scuola secondaria di primo grado di Zenson di Piave; questi gli orari: tutti i giorni, mattino per le scolaresche, dalle 15.30 alle 18.30 ingresso libero (prenotazioni scolaresche tramite mail TVIC32007@istruzione.it).

x