« Torna indietro

taranto

Scampia, 28enne prima denunciato e poi arrestato nel giro di 24 ore. Potenza del “karma”

Sequestrati 81 grammi di hashish e 31 grammi di cocaina, la cui somma è 112, il numero dei carabinieri.

Pubblicato il 24 Febbraio, 2022

Ieri sera, poco prima della mezzanotte, 2 equipaggi del nucleo radiomobile di Napoli sono nel quartiere Scampia, a via Maiella, per servizi di controllo sul territorio.

Vogliono controllare un uomo a bordo di un’utilitaria. Lo conoscono, è un “libero vigilato” 28enne del posto. Gli intimano l’alt e l’uomo si ferma. Improvvisamente, però, l’uomo scende dall’auto e scappa a piedi.

I Carabinieri lo inseguono e il brigadiere cade durante la corsa procurandosi delle lesioni giudicate guaribili in 8 giorni. Per il militare “contusione ginocchio sinistro e mani con escoriazioni multiple”.

I Carabinieri rintracciano il 28enne a casa e lo denunciano a piede libero per la violazione alla prescrizione della misura di sicurezza a cui è sottoposto e per guida senza patente.

L’intervento del karma a poche ore di distanza

Il karma a volte agisce indipendentemente dalla volontà delle persone ed evidentemente il carcere è nel destino del 28enne.

I Carabinieri della locale stazione sono impegnati in un servizio anti-droga. Sono appostati e aspettano qualche movimento che possa “interessare”. Ad un certo punto notano un giovane che mentre passeggia si ferma e nasconde in un giardinetto pubblico qualcosa.

I militari lo bloccano ed aprono il pacchetto appena occultato. Al suo interno 25 stecche di hashish e 30 bustine di marijuana. In caserma i militari constatano che l’uomo fosse lo stesso che i colleghi della radiomobile avevano denunciato poche ore prima.

La droga, sequestrata, era già pronta alla vendita per un peso rispettivamente di 81 e 31 grammi. La somma di questi due numeri, per uno strano scherzo del destino, è pari a 112, cioè il numero dei carabinieri.

Per il 28enne, arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio, si sono aperte inevitabilmente le porte del carcere.