« Torna indietro

SOSTEGNO INCONDIZIONATO ALL’ASSESSORE CARLA BEZZINI

Mozione di Ascolta Piombino inconcepibile ed ingiustificata.

Leggendo la mozione presentata da Ascolta Piombino (che si legge Riccardo Gelichi) per il tramite della sua consigliera Monica Bartolini, viene da ridere per non piangere.

Non solo Carla Bezzini sta facendo un lavoro egregio per la sua comunità e per la tutela del territorio, ma possiamo tranquillamente affermare che a Piombino un assessore all’Ambiente cosi’ non si è mai visto. Mai nessuno si è realmente occupato delle tematiche ambientali e delle bonifiche come sta facendo questa amministrazione. 

E forse è proprio questo che dà fastidio a certe persone, perché Carla Bezzini sa rispettare gli impegni presi con i propri cittadini. Concetto che a Gelichi evidentemente appare nuovo visto che prima si è presentato al fianco del sindaco Ferrari durante la presentazione della campagna elettorale davanti alla discarica di Ischia di crociano e poi, come se ciò non avesse significato, ha deciso di tradire i suoi elettori, la città, allineandosi alle posizioni di altre forze politiche evidentemente più interessate agli interessi dei soci privati di Rimateria a scapito del bene della città. Ed è proprio per questo motivo, vale la pena ricordarlo, che Gelichi e la sua fedele consigliera sono stati accompagnati alla porta e, di conseguenza, ai margini della scena politica. Margini che, a quanto pare, stanno particolarmente stretti ad Ascolta Piombino che, con questa mozione, cerca di riprendersi la scena accampando motivazioni al limite del fantascientifico. 

Paradossalmente, colui che ora pretende di insegnare agli altri come si amministra è colui che, da assessore, aveva l’onere di occuparsi delle bonifiche prima che l’incombenza fosse trasferita all’assessorato di Carla Bezzini. Ma Gelichi questo pare averlo dimenticato, tanto che da assessore aveva altre priorità che per educazione non stiamo a rivangare: ci sarebbe molto da dire ma non vogliamo infierire oltre.

Dal nostro punto di vista, e anche da quello dei cittadini vista la grande vicinanza e l’affetto dimostrato a Carla Bezzini in questi giorni, la mozione presentata da Ascolta Piombino è inconcepibile e assolutamente ingiustificata. Ci chiediamo allora cosa nasconda veramente questa mossa, quali interessi vogliano tutelare con un atto del genere. Sicuramente non quelli della città.

Ci dispiace che rancore e personalismo prevalgano sull’obiettività perché l’unica realtà a farne veramente le spese è sempre e solo Piombino.

Essere sostituiti fa parte dei meccanismi della politica e questo Gelichi lo dovrebbe aver imparato. Ma la cosa più importante è fare pace con i propri rancori e ricordarsi che l’obiettivo più importante, l’unico che davvero deve contare per chi aspira a ricoprire una carica elettiva, deve essere il bene collettivo. 

Ci spiace anche che la consigliera Bartolini continui ad essere usata per vendette personali e che venga mandata allo sbaraglio in Consiglio comunale a sostenere tesi campate in aria solo per auspicati vantaggi politici di qualcuno. D’altronde, la vita è fatta di scelte ed ognuno di noi e’ libero nelle proprie, o almeno così dovrebbe essere.

Danilo Dilio

Segretario comunale Fratelli d’Italia Piombino

x