« Torna indietro

Spaccio di droga a San Cristoforo: 33enne messo in carcere dai Carabinieri

I Carabinieri hanno sostituito per il 33enne la misura dei domiciliari con quella del carcere.

Pubblicato il 1 Ottobre, 2022

La Procura Generale della Repubblica di Catania, nell’ambito delle indagini a carico di un 33enne catanese, indagato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ha richiesto ed ottenuto nei suoi confronti dalla Corte di Appello di Catania – II Sezione Penale, la sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella, maggiormente afflittiva, della custodia cautelate in carcere, eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante.

Il provvedimento trae origine dalle indagini dei militari, che seppur in uno stato del procedimento nel quale non è ancora intervenuto il contraddittorio con l’indagato, hanno consentito di far luce sulle condotte illecite poste in essere dall’uomo, che nonostante dallo scorso mese di aprile si trovasse agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, avrebbe continuato a smerciare droga nel quartiere di “San Cristoforo”.  

Difatti i Carabinieri, nel corso di mirati servizi volti al contrasto dei fenomeni criminali connessi all’uso e alla vendita di stupefacenti, hanno arrestato l’uomo dopo averlo sorpreso, in spregio della misura in atto, mentre, evadendo dai domiciliari, usciva dal portone di casa per cedere dosi a “clienti” anche abituali, perseguendo così nelle sue condotte illecite di spaccio di droga e corroborando la richiesta di aggravamento della misura cautelare. Il 33enne, pertanto, è stato rinchiuso dai militari nel carcere di Noto (SR). 

Skip to content