« Torna indietro

Spi e Cgil Veneto promuovono una raccolta fondi a favore di Caritas per fronteggiare la crisi umanitaria in Bielorussia

Pubblicato il 26 Gennaio, 2022

In programma il 28 gennaio una diretta streaming con l’onorevole Moretti e la Caritas per un approfondimento della situazione al confine tra Bielorussia e Polonia 

26.1.2022 – “Per un’Europa solidale e accogliente” è il titolo dell’iniziativa organizzata da Spi e Cgil Veneto per venerdì 28 gennaio alle 17 in diretta streaming sui canali social. Laura StopponiCaritas nazionale, e Grzegorz Kowalczuk, Coordinatore del Progetto Emergenza Caritas Polonia, daranno un quadro aggiornato della situazione al confine, mentre l’onorevole Alessandra Moretti interverrà per spiegare cosa si sta decidendo in Europa per affrontare questa e tutte le altre tragedie che ogni giorno si consumano sul confine orientale. 

Sono migliaia i migranti attualmente bloccati al confine tra Bielorussia e Polonia, costretti a sopravvivere a temperature sottozero in condizioni disumane. Arrivati con i visti turistici rilasciati dal governo bielorusso con procedure semplificate, al confine polacco hanno trovato un esercito schierato, con 13.000 soldati dispiegati da ottobre per limitare gli ingressi illegali. 

«L’Europa e gli Stati membri – sostengono Cgil Veneto e Spi Cgil Veneto – devono dare una risposta alla crisi alla frontiera in conformità con gli obblighi sanciti dalle leggi internazionali e della stessa UEDi fronte a drammi di questa portata non possiamo rimanere indifferenti. È per questo che abbiamo deciso di dare un nostro contributo, che ci auguriamo serva ad alleviare almeno in parte le condizioni di queste persone. Stiamo promuovendo una raccolta fondi tra tutte le nostre strutture a favore di Caritas, un’organizzazione seria e affidabile presente sia in Bielorussia che in Polonia». Appuntamento venerdì 28 gennaio alle 17 con la diretta sulle pagine Facebook di Cgil Veneto e Spi Cgil Veneto e sul canale YouTube Spi Cgil Veneto.

x