Ucraina

La nave russa “sfida” la portaerei Usa: alta tensione davanti alla costa calabra

La Russia di Vladimir Putin cerca percorsi alternativi per dare un seguito all’invasione dell’Ucraina. Come è noto, la Turchia ha chiuso alle navi russe l’accesso al Bosforo, ecco perché i russi hanno pensato al Mediterraneo, che pericolosamente lambisce il Bel Paese. La Russia ha ora nel Mediterraneo due incrociatori, due caccia, due fregate, una corvetta e un sottomarino a propulsione nucleare. In questo contesto, però, sono presenti navi statunitensi e appartenenti alla Nato.

Soldati ucraini, in un video shock, sparano alle gambe di prigionieri russi: Kiev promette indagine immediata – VIDEO

Secondo i media ucraini, si tratterebbe di un falso: parliamo di un video shock, della durata di tre minuti, nel quale militari con le tute mimetiche dell’esercito ucraino sparano alle gambe di quelli che sembrano prigionieri russi, nel corso di un’operazione nella regione di Kharkiv. Il governo ucraino ha promesso “un’indagine immediata” (Guarda il video).

Ucraina, il cecchino Wali: “Non sapevo di essere morto”

Voci diffuse sui social, che poi sono state smentite: il cecchino Wali è ancora vivo. Questi è giunto in Ucraina dal Canada per combattere contro i russi. Queste le sue parole, in una videointervista pubblicata dal giornale Toronto Star: “Sono stato l’ultimo a sapere della mia morte. Sono fuori forma, qui in Ucraina c’è gente migliore”.
Nonostante quanto afferma, è considerato uno dei cecchini più bravi del mondo. Era una decina di giorni che era dato per morto: