« Torna indietro

Riglione raccolta firme stazione carabinieri

Riglione raccolta firme stazione carabinieri

Terrore in un’abitazione di Trecase: prima minaccia il suicidio, poi aggredisce con calci e pugni i carabinieri

I familiari, spaventati dai comportamenti dell’uomo, hanno chiamato il 112.

Pubblicato il 19 Novembre, 2021

Terrore e paura in un’abitazione di Trecase, dove un 41enne in forte stato di agitazione ha minacciato di suicidarsi. A causa della sua alterazione psico-fisica, che lo aveva reso un pericolo per se stesso e per gli altri, i familiari spaventati hanno deciso di chiamare il 112. Sono così intervenuti i carabinieri della locale stazione e della sezione Radiomobile di Torre Annunziata.

Quando i militari sono arrivati l’uomo era sul solaio e, appena li ha visti, li ha aggrediti con calci e pugni. Dopo una breve colluttazione il 41enne è stato bloccato.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati di droga, era in un forte stato di agitazione che ha insospettito i carabinieri che hanno quindi deciso di perquisire l’abitazione. Sono stati ritrovati 27 grammi di cocaina.

L’arrestato, condotto dal personale del 118 presso l’ospedale Maresca di Torre del Greco, è ricoverato per overdose di stupefacenti e piantonato, ma non è in pericolo di vita.

Il 41enne dovrà rispondere all’autorità giudiziaria di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e detenzione di sostanze stupefacenti. Per i Carabinieri intervenuti un riposo medico dai 4 ai 10 giorni.

Skip to content