« Torna indietro

disagio psicologico

Ariano Irpino, didattica in presenza. Istituti pronti e trasporti al 50% di capienza

Ormai le vacanze stanno per concludersi, ed ecco che si affaccia il tema “hot” della didattica in presenza, dell’adeguamento degli Istituti scolastici e della riduzione dei posti nei mezzi di trasporto.

Insomma, una macchina organizzativa che richiede non poco lavoro.

E per questa ragione amministrazioni comunali ed istituti scolastici stanno approntando tutte le misure necessarie per eventualmente ripartire e, farlo in sicurezza.

E’ quanto sta accadendo anche ad Ariano Irpino.

Infatti, questa mattina si è tenuto un tavolo di concertazione nella sala consiliare di Palazzo di Città tra il dirigente Amu, le associazioni di volontariato attive sul territorio e i dirigenti scolastici dei plessi della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, al fine di definire l’adozione di tutte le misure necessarie in vista di una eventuale ripresa delle attività didattiche in “presenza”. 

Istituti pronti per accogliere gli studenti

Da un proficuo confronto è emerso che si è già provveduto all’adeguamento delle aule e degli spazi dei plessi scolastici ai protocolli anti-covid dettati dalle linee guida del Ministero dell’Istruzione. 

Attenzione agli assembramenti

Le uniche criticità sollevate dai dirigenti riguardano i potenziali episodi di assembramento davanti ai plessi scolastici in orario di entrata e uscita degli studenti. 

A tal proposito, l’Amministrazione sta predisponendo un protocollo d’intesa con le associazioni di volontariato intervenute al tavolo, al fine di arginare il rischio di assembramento e di garantire il rigoroso rispetto, da parte degli studenti e dei genitori, di tutte le misure atte a limitare la diffusione del contagio. 

Trasporti: capienza dei mezzi al 50%

Inoltre, da parte della dirigenza Amu è stato profilato un piano di organizzazione del servizio trasporti conforme alle disposizioni anti-covid che prevedono  una capienza massima dei mezzi pari al 50%. Tali disposizioni imporranno la necessità di implementare il servizio con corse supplementari e con l’impiego di tutta la forza lavoro disponibile.

“In un momento così delicato – ha spiegato il sindaco Enrico Franza – è necessaria una stretta collaborazione tra tutti gli attori che gravitano intorno al mondo della scuola per garantire al contempo sia il diritto alla salute sia il diritto all’istruzione dei nostri ragazzi, patrimonio futuro della nostra comunità” .

Nulla, ma davvero nulla, può essere lasciato al caso.

x