« Torna indietro

Una Mozione per la collezione donata di n. 83 reperti archeologici del Dott. Salvatore Mascia

Una Mozione per la collezione donata

Pubblicato il 2 Marzo, 2021

Il 05 gennaio 2106 il Comune di Piombino ritenne opportuno accogliere la proposta di donazione della raccolta di n. 83 reperti archeologici del Dott. Salvatore Mascia, prendendosi l’impegno di affidare alla Società Parchi Val di Cornia S.p.A. il bene ricevuto in dono, previa acquisizione del parere favorevole della competente Soprintendenza, al fine della sua conservazione e valorizzazione mediante l’esposizione nel Museo
Archeologico di Piombino.

A dicembre del 2020 abbiamo pensato di interrogare sulla questione l’attuale amministrazione per capirne gli intenti. La risposta dell’assessore Parodi è stata piuttosto generica, sostanzialmente Parodi riprende l’impegno convenzionale, dove l’amministrazione s’impegnava a reperire le risorse; lo fa secondo noi, stigmatizzando il tempo trascorso ma senza evidenziare la necessità o la volontà di stringere i tempi, del tipo: abbiamo aspettato tanto, possiamo aspettare ancora.

Siccome noi invece pensiamo che sarebbe utile agire, invece di sperare e poiché la cifra per l’intervento è piuttosto esigua, abbiamo pensato di portare la discussione in Consiglio comunale, attraverso una mozione dove si chiede all’amministrazione di impegnare da subito il capitolo di bilancio necessario per la musealizzazione dei reperti.

Se crediamo nel turismo, abbiamo il dovere di potenziare l’offerta, possibilmente in modo strutturale, cosa potrebbe essere meglio di reperti da inserire nel nostro museo per arricchirlo culturalmente e nelle sue peculiarità attrattive ? Quindi, nella mozione, chiediamo che in caso di
approvazione della stessa, di avviare entro tre mesi, la progettazione definitiva dell’allestimento della collezione Mascia e altresì mettere a bilancio da subito, le risorse necessarie per eseguire le opere previste per lo scopo.

Riccardo Gelichi portavoce Ascolta Piombino e Monica Bartolini consigliere comunale per
Ascolta Piombino.

Skip to content