« Torna indietro

omicidio di camorra

Valenza, negoziante cinese pestato da 3 minori

Sono 3 i ragazzi denunciati a Valenza, nell’Alessandrino, per aver aggredito un uomo di nazionalità cinese, titolare di un negozio di articoli per la casa e abbigliamento. Tutti di età compresa tra i 16 e i 17 anni, i minori sono stati fermati e denunciati dai Carabinieri per lesioni personali e molestia e disturbo alle persone

Il negoziante aveva notato i 3 comportarsi in modo inadeguato all’interno del punto vendita e aveva chiesto loro di evitare di toccare gli oggetti esposti e di provarli senza cura, ricevendo in risposta insulti e frasi spavalde. All’ulteriore richiesta di contegno da parte del titolare, due dei tre ragazzi lo hanno aggredito con calci e pugni, lasciandolo a terra; quindi si sono dati alla fuga. L’uomo, appena ripresosi, ha subito denunciato il fatto ai carabinieri di Valenza.

Le indagini dei carabinieri di Valenza

Le indagini, immediatamente avviate dalla pattuglia giunta sul posto, hanno consentito in breve tempo, anche grazie all’ausilio delle telecamere presenti nel negozio di individuare i minori responsabili dell’aggressione. Sebbene dai filmati non fosse visibile il momento dell’aggressione, le testimonianze della vittima e degli avventori hanno permesso di ricostruire i fatti e di individuare tutti i responsabili.

I due ragazzi che hanno sferrato calci e pugni al negoziante sono entrambi di origine extracomunitaria, un tunisino e un armeno: uno di essi era già noto alla polizia per minaccia e porto di oggetti atti a offendere in concorso con il padre. Nell’occasione, un giovane era stato minacciato in due distinti episodi, dapprima con un tubo rigido di gomma brandito come bastone e successivamente con una mazza di legno, oltre a essere stato colpito al volto con un pugno, sempre per futili motivi.

I due aggressori sono stati deferiti alla Procura dei Minorenni di Torino per lesioni personali e molestia e disturbo alle persone, mentre il terzo ragazzo è stato denunciato per il solo reato di molestia. Tutti e tre erano già noti ai carabinieri per l’abituale frequentazione di luoghi dove generalmente si incontrano tossicodipendenti e spacciatori.

Il titolare del negozio, in seguito degli accertamenti sanitari, è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Leggi anche: SALUZZO, CORPO AIB IN LUTTO, SE NE VA CLAUDIO ROSSA

x