« Torna indietro

Venezia, Cavv – Csv e Acli uniscono le forze per potenziare i servizi e il sostegno ai cittadini

Pubblicato il 2 Ottobre, 2022

Siglato il protocollo d’intesa tra Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della Città Metropolitana di Venezia e Acli provinciali Venezia aps

2.10.2022 – Cavv – Csv di Venezia e le Acli provinciali di Venezia uniscono le forze per potenziare i servizi e il sostegno ai cittadini in difficoltà ma anche per lanciare iniziative di sostenibilità ambientale e contro lo spreco alimentare.

Un’alleanza suggellata con un protocollo d’intesa siglato nei giorni scorsi dai vertici delle due realtà veneziane.

Cavv – Csv di Venezia rappresenta più di 500 Enti del terzo settore della Città Metropolitana ed opera da vent’anni nel territorio per la promozione del volontariato, della solidarietà e della cittadinanza attiva.

“Le Acli provinciali di Venezia presenti sul territorio da oltre 75 anni, possono contare a livello associativo una rete di 22 circoli, a cui si aggiungono le 13 sedi dei servizi Caf e Patronato presenti su tutto il territorio metropolitano – spiega il direttore Acli Costantini Giovanni – un sistema impegnato nella promozione dei diritti umani, della cultura del volontariato e dello sviluppo sostenibile”.

L’idea di collaborare su alcune iniziative è nata nel momento in cui Acli è venuta a conoscenza del progetto delle Portinerie di quartiere, promosso dal Cavv – Csv di Venezia. Fin dal primo incontro è emerso che i due enti condividono infatti la volontà di sostenere i cittadini tramite progetti innovativi e di prossimità.

Acli Venezia, con il suo progetto di “segretariato sociale”, in linea con le finalità del Cavv-Csv di Venezia, entrerà presto nella rete dei soggetti che collaborano con Cavv-Csv di Venezia.

E un piccolo primo passo, che ha anticipato il protocollo d’intesa, è già stato fatto quando, in occasione della festa del volontariato al parco Albanese di Mestre, il Cavv-Csv di Venezia ha distribuito ai partecipanti le “Family bag” che Acli ha prodotto per un’iniziativa dedicata alla lotta allo spreco del cibo, un altro obiettivo condiviso dalle due realtà: il Cavv-Csv di Venezia è infatti capofila da più di anno del progetto “La Mensa che non spreca”, promosso proprio per recuperare le eccedenze alimentari e distribuirle ai bisognosi in collaborazione con il Comune di Venezia e Auser Provinciale.

“La sinergia tra i due enti sarà finalizzata all’avvio di progetti per lo sviluppo del territorio attraverso azioni di innovazione sociale fondati sulla cittadinanza attiva, la cultura della solidarietà, l’educazione al volontariato e la promozione del welfare di comunità secondo modelli integrati di sostenibilità sociale, economica e ambientale” spiegano i due presidenti, Mario Morandi per il Cavv-Csv di Venezia e Paolo Grigolato per le Acli provinciali di Venezia -. 

“Nello specifico, attivando le rispettive reti di stakeholder, saranno coprogettate iniziative e servizi innovativi di prossimità a favore della cittadinanza e di animazione territoriale, nonché azioni a favore della sostenibilità di contrasto alla povertà alimentare, per la promozione della cultura contro lo spreco e la riduzione dei rifiuti” precisa la direttrice del Cavv-Csv di Venezia, Ketty Poles, che ha promosso la convenzione.Un’azione condivisa è già in cantiere: presto sarà avviato lo “Sportello digitale”, un servizio di prossimità alla comunità per favorire l’inclusione digitale, che offrirà assistenza e supporto ai cittadini che hanno bisogno di usufruire dei portali e dei servizi degli enti pubblici, che in alcuni casi si trovano solo online, ma non sono in grado di utilizzare i servizi digitali. 

Skip to content