« Torna indietro

VIDEO METEO-PIEMONTE: feste con nuvolosità irregolare. Arriva la neve, resta il pericolo valanghe

Sarà un Natale e Santo Stefano con poco sole. La neve arriverà tra i 1700-1900 metri. Il pericolo valanghe resta moderato. Tutte le informazioni qui

Nei prossimi giorni una serie di rapide perturbazioni porta condizioni di cielo nuvoloso, ma senza fenomeni di rilievo. Fine settimana natalizio con deboli nevicate sui settori sud occidentali

Un’ampia area depressionaria, nei prossimi giorni tenderà a muoversi verso est, interessando l’Italia con flussi umidi e fronti nuvolosi alternati a schiarite sul Piemonte. I fenomeni precipitativi saranno comunque deboli e limitati alla serata di domani e alle prime ore di lunedì, prevalentemente sulla regione meridionale, con quota neve sopra i 1200 m. Da martedì si assisterà ad una rimonta anticiclonica sul Mediterraneo occidentale, con un conseguente miglioramento del tempo sul Piemonte.

Le deboli precipitazioni nevose oltre i 1700-1900m previste tra la vigilia e Natale non andranno a determinare variazioni significative del grado di pericolo valanghe sulla regione, che si manterrà tra il 2-Moderato e l’1-Debole. Le condizioni sono pressochè stazionarie ed omogenee su tutta la regione con croste da fusione e rigelo sui versanti soleggiati, più o meno portanti a seconda dell’inclinazione del pendio.

Sui versanti in ombra il manto nevoso si presenta con caratteristiche tipicamente invernali con alternanza di neve ventata e piccole porzioni di neve a debole coesione. Il forte gradiente termico negli strati superficiali favorisce la formazione di cristalli sfaccettati, che mantengono una situazione di latente seppure remota instabilità.

L’attività valanghiva è ridotta e limitata a fenomeni di piccole dimensioni. Il distacco provocato è possibile per lo più con forte sovraccarico, è bene prestare attenzione al pericolo di scivolamento e caduta. Bollettino Arpa Piemonte

YouTube video
x