« Torna indietro

A Scoglitti manca servizio di salvataggio: turista rischia di annegare. Gurrieri: “Grave inadempienza. Così siamo tutti in pericolo”

Pubblicato il 15 Luglio, 2021

Ieri sera a Baia del Sole, in mare, una donna di 46 anni stava per morire. Piero Gurrieri accusa l’amministrazione comunale: “Assurdo che il 14 luglio non sia stato predisposto il servizio di salvataggio in mare, così siamo tutti a rischio, bambini ed anziani in particolare. Bravissimi a far cassa, anche contro il parere della stragrande maggioranza dei cittadini, inadempienti nelle cose basilari”.

E’ proprio il candidato sindaco a raccontare l’accaduto: pare che intorno alle 19:30 la signora, una turista, fosse in riva al mare, quando un’onda l’ha travolta e trasportata al largo. Minuti interminabili di paura per centinaia di bagnanti in spiaggia, ma anche per il suo uomo, che ha tentato in tutti i modi di aiutarla. E’ stato solo grazie al provvidenziale intervento di una coppia di gelesi che non si è consumata una tragedia: anch’essi in vacanza a Scoglitti, si sono buttati a mare e sono riusciti a trarre in salvo la signora, tra gli applausi della folla e un’ambulanza arrivata dopo un’ora dall’allerta.

“Sono felice per questa donna, di appena 46 anni, scampata alla morte, ma preoccupato, siamo tutti a rischio”, commenta Piero Gurrieri, candidato sindaco a Vittoria per il MoVimento 5 Stelle e la lista Città libera. “Assurdo che il 14 luglio a Scoglitti non sia stato attivato il servizio di salvataggio per i bagnanti, si tratta di una grave inadempienza rispetto alla quale chi amministra il Comune ha l’obbligo di fornire spiegazioni immediate. Impensabile che, con la stagione iniziata da quasi un mese, non si sia ancora provveduto, mi chiedo cosa ancora stiano aspettando. Forse un morto? Ieri sera ci siamo andati molto vicini!”

Ci siamo stancati tutti” – prosegue Gurrieri – “perché con tutta la buona volontà, certe cose non sono più tollerabili. Il disastro di tutta la costa, tra lordure, spiagge lasciate al totale abbandono, scale e ringhiere pericolanti, è sotto gli occhi di tutti, come la tempestività e l’efficienza quando si tratta di fare cassa, come nel caso della scriteriata zona blu a Scoglitti. Gli attuali amministratori si difendono dicendo che hanno ereditato quel progetto dalla Giunta di destra del Sindaco Moscato, e In effetti hanno ragione, e infatti non si capisce come facciano in queste ore alcuni candidati di quella parte politica a criticarlo, dato che hanno fatto tutto loro, comprese le mappe, anche se il provvedimento è stato materialmente adottato subito dopo lo scioglimento per mafia di quell’amministrazione. Ma, ritornando al punto, tutti bravissimi ed efficientissimi passare queste cose, ma nessuno che si sia preoccupato muovendosi per tempo di allestire qualche postazione salvavita nelle nostre spiagge, ci sono persone anziane, bambini, potenzialmente a rischio ed il mare, si sa, non fa sconti a nessuno”.

È ora di farla finita con questa incuria, sinonimo di profonda arroganza, ed anche con le bugie di quei politici che raccontano frottole ai cittadini. Di quelli che si lamentano per la zona blu dopo averla fatta loro. Di quelli che fanno il giro dei quartieri popolari e chiedono di tornare al Comune dopo averne determinato lo scioglimento, e dopo averlo quindi consegnato all’abbandono. Di quelli i cui rappresentanti a Palermo sono i responsabili del disastro Sanità, e siccome lo sanno di questo e di altro non parlano. Di quelli, per finire, che non si capisce nemmeno il senso delle proposte che fanno, sembra siano su Marte. Vittoria ha bisogno di una svolta“.

Skip to content