« Torna indietro

fucile

Agguato in paese. Prende a fucilate l’abitazione dei vicini perché la musica era troppo alta

Pubblicato il 25 Maggio, 2022

Dopo la misteriosa intimidazione ai danni dell’auto della consigliera comunale avvenuta qualche giorno fa, ancora un agguato in paese nel Salento. La musica dei vicini era troppa alta e un uomo si vendica facendo esplodere colpi d’arma da fuoco contro la loro abitazione. L’episodio, in realtà, è avvenuto più di quattro mesi fa, il 16 gennaio per esattezza, ma la denuncia è arrivata solo ora. Teatro della vicenda il paese di Cutrofiano e vittima dell’accaduto una coppia del posto che ascoltava della musica mentre preparava il pranzo. I due, improvvisamente, hanno sentito un forte boato giungere dall’esterno e, contemporaneamente, un vetro frantumato al piano superiore della propria abitazione. I frammenti di vetro, poi, sono stati ritrovati nel bagno e i due si sono riversati per strada per cercare di capire cosa fosse successo.

Agguato in paese, i fatti

taranto

L’agguato in paese era stato compiuto da un uomo che, sul terrazzo di fronte all’abitazione della coppia, si era impostato come un cecchino ed un fucile in braccio puntato in direzione del ragazzo della coppia. L’esagitato lo minaccia in dialetto, quindi, di spaccargli la faccia e fa altrettanto con la ragazza, etichettata altresì con i peggiori epiteti. A porre parziale rimedio ad una situazione che era diventata pericolosa ed incandescente, poi, ci pensò il figlio dell’uomo che si recò a casa della coppia per tranquillizzarla, scusarci in nome del padre e cercare di trovare una mediazione ed un accordo tra le parti. Accordo non trovato, però, perché la coppia ha deciso comunque di parlare con i carabinieri della stazione di Cutrofiano e di denunciare l’accaduto.