« Torna indietro

Al S.Nicola il Catania mette sotto e spaventa la capolista Bari, ma deve accontentarsi solo di un 3-3

Il Catania hanno avuto per due minuti il doppio vantaggio nella ripresa, ma un rigore e un’uscita errata di Stancampiano hanno fatto sfumare una vittoria che sarebbe stata più che meritata.

Pubblicato il 23 Gennaio, 2022

Al S.Nicola di Bari un Catania pimpante, sfrontato e per nulla spaventato dalla capolista porta via solo un punto per un 3-3 che sa di beffa. Per l’impegno espresso in campo contro una squadra tecnicamente superiore gli etnei avrebbero certamente meritato la vittoria.

Baldini schiera il consueto 4-3-3 con il confermato Stancampiano tra i pali e il trio d’attacco formato da Biondi, Moro e Russini. Mignani, tecnico dei galletti pugliesi, si affida a un 4-3-1-2 con Botta trequartista a sostegno delle due punte Antenucci e Marras.

Passano appena quattro minuti dal fischio e i rossazzurri tentano di proporsi in avanti con una punizione sulla quale per poco Biondi non arriva per calciare la sfera nello specchio della porta. Al 13′ Russini su punizione trova la deviazione in angolo di un difensore del Bari; sul proseguo la retroguardia casalinga si salva.

Al 17′ l’arbitro fischia un calcio di rigore per fallo in area di Di Gennaro sullo stesso Russini: su dischetto si presenta Moro, che tira e con la classica freddezza fulmina Frattali. 0-1. Ma alla prima vera azione due minuti più tardi i pugliesi riescono a trovare il pareggio: Antenucci duetta con Botta, salta due giocatori rossazzurri, si invola verso l’area e al termine di un’azione personale tira e mette il pallone alle spalle di Stancampiano. 1-1. Botta e risposta in soli due minuti tra le due squadre.

Al 24′ Frattali è superlativo nel respingere un gran tiro di Moro a botta sicura da distanza ragguardevole dopo un errore di Mallamo. Sull’altro fronte ci prova Pucino su punizione, ma la barriera respinge e Stancampiano blocca senza problemi. Al 30′ Albertini ci mette una pezza su un’azione in area orchestrata da Antenucci e Marras e in seguito Moro interviene su un corner per i biancorossi.

Al 33′ Di Gennaro viene fermato dall’estremo difensore rossazzurro. Al 35‘ però i rossazzurri si riportano in vantaggio: liscio di Di Gennaro, Greco prende il pallone, salta Celiento e castiga Frattali a tu per tu con lui. 1-2. Secondo gol in rossazzurro per il centrocampista. Tre minuti più tardi Antenucci spreca una grandissima occasione sparando alto dopo aver saltato un avversario. Al 40′ Stancampiano dice no ad Antenucci e due minuti dopo Greco non riesce a trovare lo specchio della porta dall’angolo dell’area piccola. Nei tre minuti di recupero Di Gennaro non riesce a prendere la palla dopo un’azione orchestrata da un compagno e il primo tempo si conclude con i rossazzurri in vantaggio per due a uno.

Nella ripresa Mignani toglie Di Gennaro per mettere Citro. Al 48′ Biondi viene chiuso da Frattali in ritardo e sulla ribattuta Russini non riesce a concludere in rete. Al 52′ Albertini interviene su un traversone di Antenucci e subisce fallo. Al 57‘ su un’azione di contropiede i rossazzurri però trovano il terzo gol: Greco si invola verso l’area e serve Moro, che tira trovando la respinta di Frattali, ma Biondi è lesto a spingere la palla in rete. 1-3.

I padroni di casa però non mollano e l’arbitro fischia un calcio di rigore per fallo di Pinto su Cheddira: sul dischetto si presenta Antenucci, che non sbaglia. 2-3. Al 63′ Moro non riesce a finalizzare una giocata di Greco e in seguito Biondi viene fermato in fuorigioco. La stessa sorte tocca a tre giocatori del Bari al 67′.

Al 73‘ però arriva il pareggio dei padroni di casa con Cheddira, che, servito da Terranova in profondità, approfitta di un’uscita errata di Stancampiano e insacca. 3-3. All’80’ la retroguardia rossazzurra chiude su Antenucci e quattro minuti Cheddira ci prova dalla distanza, ma il pallone termina sul fondo. Sul rovesciamento di fronte Greco commette fallo su Terranova. All’87’ dopo un calcio d’angolo Frattali si oppone a un colpo di testa di Russotto e due minuti dopo sull’altro fronte Belli fallisce di poco.

Nel primo minuto di recupero Stancampiano interviene su una punizione calciata da Citro e in seguito su un altro calcio piazzato Ercolani rimane a terra dopo essere stato colpito e il recupero viene allungato di un minuto, ma i rossazzurri tengono botta dopo il triplice fischio del direttore di gara e portano a casa un punto preziosissimo contro la capolista dopo uno scoppiettante 3-3.

IL TABELLINO

Bari (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta; Mallamo, Di Gennaro, D’Errico; Botta; Antenucci, Marras. Allenatore Michele Mignani

Catania (4-3-3): Stancampiano; Albertini, Ercolani, Monteagudo, Pinto; Provenzano, Cataldi, Greco; Biondi, Moro, Russini. Allenatore Francesco Baldini

Marcatori: 17′ Moro rig. (C), 19′ Antenucci (B), 35′ Greco (C), 57′ Biondi (C), 59′ Antenucci rig. (B), 73′ Cheddira (B)

Ammoniti: 21′ Pinto (C), 45′ Albertini (C), 47′ Ercolani (C), 58′ Stancampiano (C), 61′ Pucino (B), 69′ Cataldi (C), 90′ Provenzano (C)

Sostituzioni Bari: 42′ Botta/Cheddira, 46′ Di Gennaro/Citro, 81′ Marras/Simeri e Pucino/Belli

Sostituzioni Catania: 69′ Russini/Ropolo e Pinto/Izco, 77′ Cataldi/Simonetti e Biondi/Russotto, 90′ Greco/Zanchi

Recupero: 3′ 1T, 6′ 2T

Arbitro: Mario Cascone di Nocera Inferiore

x