« Torna indietro

Alec Baldwin: Morte sul set, indagini sì concentrano sull’aiuto regista

Al momento, nessuna persona è stata incriminata per la morte di Halyna Hutchins (nella foto), direttrice della fotografia del film Rust, uccisa accidentalmente sul il 21 ottobre scorso dall’attore Alec Baldwin durante le riprese. Però, gli investigatori si stanno concentrando sulla controversa figura di David Halls, che aveva consegnato a Baldwin la pistola, stranamente caricata con proiettili veri, e che già in passato era stato coinvolto in episodi particolari. La produzione di Freedom’s Path (film del 2019) ha spiegato a CNN e Variety che durante quelle riprese Halls sparò senza preavviso con un’arma di scena causando un piccolo infortunio uditivo a un tecnico del suono. Per quel motivo, Halls venne immediatamente licenziato. Ma non è l’unico episodio “strano”: in passato, Halls si sarebbe comportato in maniera negligente sui set maneggiando armi. Un’addetta agli oggetti di scena, che lavorò con lui nella serie di film horror Into the Dark, ha raccontato alla CNN che Halls era stato per due volte oggetto di reclami per via di gravi mancanze nel rispetto dei protocolli di sicurezza sull’uso di armi ed esplosivi. Inoltre, è emerso che durante la produzione di Rust c’era stato un altro incidente il 16 ottobre, cinque giorni prima della tragedia. Mentre diverse persone della troupe, compresa Hutchins, si trovavano all’interno di un edificio usato per le riprese, la controfigura di Baldwin sparò accidentalmente due colpi con una pistola che doveva essere scarica. Per quell’episodio, i membri della troupe presentarono immediatamente reclamo alla produzione, anche perché il responsabile della sicurezza sul set quel momento non era presente. Joel Souza, il regista di Rust, rimasto ferito alla clavicola dal colpo sparato accidentalmente da Baldwin, ha fornito qualche dettaglio in più sui fatti del 21 ottobre, giorno della morte di Hutchins. Secondo il racconto dello stesso Souza, prima di pranzo e dopo il controllo del responsabile delle armi sul set (Hannah Gutierrez Reed) la pistola era stata consegnata a Baldwin da Halls, il quale aveva gridato “cold gun” (“pistola fredda”) per segnalare che era scarica e si poteva maneggiare in modo sicuro. Al loro ritorno sul set dopo la pausa pranzo, Souza e Hutchins si erano diretti dietro a una telecamera per controllare l’inquadratura. Baldwin aveva in mano la pistola e stava provando una scena in cui doveva tirarla fuori dalla fondina e puntarla contro la telecamera. In quel momento è partito il colpo, solo uno, che ha centrato Hutchins al petto prima di perforare la clavicola di Souza. Quest’ultimo ha spiegato di non essere sicuro che l’arma fosse stata controllata nuovamente dopo la pausa pranzo.

x