« Torna indietro

Amts, dopo il Brt 5 si spera che il 2 arrivi quanto prima possibile: parla il responsabile unico del procedimento

Dopo la consegna della linea 5 del Brt avvenuta ieri, in casa Amts si lavora per la progettazione della linea 2.

Pubblicato il 21 Settembre, 2022

L’inaugurazione della linea Brt 5 Centro-Cannizzaro dell’Amts a Catania ha dato sicuramente nuova linfa alla mobilità cittadina, che si è così arricchita di un nuovo tassello nella fase di costante crescita degli ultimi sei anni. Ma se da un lato c’è la soddisfazione da parte di coloro che sperano che l’uso dei mezzi pubblici in città sostituisca prima o poi quello dei mezzi privati, dall’altro si dà una grande importanza alle prossime mete da raggiungere sia riguardo al trasporto su gomma che per quanto concernono la metropolitana e il passante ferroviario costiero.

Lo stesso presidente dell’Amts, Giacomo Bellavia, durante l’inaugurazione di ieri mattina ha sottolineato come adesso si sia al lavoro per la consegna nel più breve tempo possibile delle linee Brt 2, 3 e 4. A inizio mese ha avuto luogo il terzo tavolo tecnico (nella foto in evidenza) proprio per la seconda linea del Brt, che collegherà il parcheggio di Nesima con piazza Stesicoro passando per le arterie che mettono in comunicazione la zona ovest della città con il centro storico cittadino. L’ingegnere Antonio Condorelli, responsabile unico del procedimento, ha fatto per noi il punto della situazione sottolineando anche quali sono le scelte fatte per il percorso che questa ulteriore linea che rappresenta una sorta di tram su gomma dovrà seguire e dando anche un’idea sulle probabili tempistiche.

Avete già un’idea riguardante il percorso di questa nuova linea, a parte il passaggio in circonvallazione? 

“Abbiamo ragionato a lungo su diverse ipotesi e quella che è sembrata, allo stato attuale, preferibile è la seguente. Il percorso parte dal parcheggio Nesima e raggiunge il viale Mario Rapisardi tramite via Miceli, via Ugo La Malfa, via G. Ameglio (andata), via Diaz (ritorno). Dal viale M. Rapisardi giunge in piazza S. M.di Gesù e raggiunge piazza Stesicoro attraverso via Androne, via Santa Maddalena, via Cappuccini. Il ritorno avviene da via Etnea, viale Regina Margherita fino a piazza S. M. di Gesù da dove si riprende il viale M. Rapisardi fino al parcheggio Nesima”.

Che tempi si prevedono?

Da pochi giorni si è conclusa una fase di consultazione popolare che è stata molto utile per ricevere indicazioni per la massima condivisione del progetto, tenendo anche conto del fatto che, a seguito di altri finanziamenti ottenuti dal Comune per la realizzazione di piste ciclabili, il progetto esistente del Brt 2 dovrà necessariamente essere modificato proprio per tenere conto di queste ultime, nonché delle risultanze delle consultazioni. Una volta completato il nuovo progetto unico (Brt 2 + pista ciclabile), esso dovrà essere formalmente approvato dal Comune per passare dunque alle successive procedure di affidamento dei lavori. Con molta cautela, si potrebbero stimare circa sei mesi per progettazione, approvazione e affidamento e circa dodici mesi per il completamento dei lavori. Sembra inoltre utile evidenziare che, attualmente, c’è anche disponibilità di fondi europei per finanziare l’opera”.

Il passaggio in circonvallazione e al viale Mario Rapisardi come sarà gestito? Attraverso l’apposizione di cordoli?

“Le ipotesi attuali, che saranno dettagliate e perfettamente definite nel progetto esecutivo che sarà a breve elaborato, prevedono un semaforo a priorità per gli autobus per l’attraversamento della circonvallazione in corrispondenza della rotatoria di Nesima e una singola corsia centrale protetta da cordolo per il viale Mario Rapisardi. Detta corsia protetta funzionerà per gli autobus in servizio in entrambe le direzioni (est-ovest ed ovest-est) e, pertanto, sarà dotata di un sistema semaforico intelligente di tipo ‘ferroviario’ e di punti di ‘incrocio’ in corrispondenza delle fermate per poter gestire i transiti in direzioni opposte”.

LEGGI ANCHE: [GALLERY E VIDEO] INAUGURATO IL BRT 5 CENTRO-CANNIZZARO ALLA STAZIONE CENTRALE, BELLAVIA: “SPERIAMO DI CONSEGNARE GLI ALTRI IN TEMPI RAPIDI”

Skip to content