« Torna indietro

Schiavizza il convivente: in manette giovanissimo di Fondi

Pubblicato il 11 Maggio, 2022

E’ un ventenne la persona arrestata ieri da personale del Commissariato di Fondi, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Latina, dott.ssa G. Castriota.
L’indagato era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per i reati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona ai danni del convivente, che lo aveva denunciato per le continue violenze e umiliazioni a cui era sottoposto, consistite, tra l’altro, nel privarlo della libertà personale, costringendolo a rimanere chiuso in camera senza permettergli di uscire, arrivando addirittura a controllarlo attraverso un sistema di video sorveglianza installato ad hoc e nel percuoterlo in più occasioni.
“Recentemente – si legge in una nota della Questura di Latina – personale del Commissariato di P.S. di Fondi durante mirati controlli, volti alla verifica dell’adempimento delle prescrizioni impostegli, accertava che l’indagato mostrava assoluta indifferenza verso la misura restrittiva a cui era sottoposto, violandola poco tempo dopo la sua emissione.
Su richiesta della locale Procura della Repubblica – Sostituto Procuratore dott.ssa M. Taglione, l’Ufficio GIP del Tribunale di Latina, condividendo a pieno la tesi degli investigatori del Commissariato di Fondi, disponeva la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella più afflittiva della custodia cautelare in carcere, ritenuta l’unica misura realmente idonea al contenimento delle esigenze cautelari.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito è stato associato presso la Casa Circondariale di Velletri.

x