« Torna indietro

Detenzione di sostanza stupefacente: arrestato giovane di Sezze

Pubblicato il 4 Marzo, 2022

Per combattere il fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente nel territorio di Sezze, sono stati incrementati i servizi di controllo da parte della Compagnia Carabinieri di Latina, diretta dal Capitano
Paolo Perrone,.
Questo ha permesso di arrestare un giovane setino di 29 anni per detenzione dì sostanza stupefacente.
Nello specifico, i militari della Sezione Radiomobile procedevano al controllo di un’autovettura condotta da un giovane che durante l’accertamento assumeva un atteggiamento di insofferenza, manifestando sin da subito un nervosismo non giustificato rispetto alla semplice richiesta dei documenti.
Peraltro, non appena gli operanti si accostavano al finestrino aperto del veicolo, percepivano immediatamente
un forte odore acre provenire dall’interno dell’abitacolo. I militari procedevano quindi ad una perquisizione personale e veicolare allo scopo di rinvenire armi, esplosivi strumenti atti ad offendere.
Nonostante la perquisizione desse esito negativo, ai Carabinieri non sfuggiva la perdurante agitazione e
insofferenza del soggetto e così, decidevano di estendere la perquisizione all’abitazione del 29enne setino.
A casa dell’uomo veniva rinvenuto un panetto di sostanza resinosa di colore marrone del peso di 58 grammi del tipo hashish, celato all’interno di un contenitore chiuso in un cassetto della sala da pranzo, nonché un sacchetto di carta contenente sostanza vegetale del tipo marijuana per un peso di 51 grammi ed un coltello intriso di sostanza.
Inoltre, sempre nella stessa sala da pranzo in un altro mobile si rinveniva un barattolo di vetro contenente grammi 0.42 di marijuana e grammi 1,65 di hashish. In un altro involucro di plastica si rinvenivano 1,42 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione con residui di marijuana. Tutta la sostanza veniva sottoposta a sequestro.
I Carabinieri traevano il giovane setino in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio e ne davano immediata comunicazione al Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Latina, Dott. Miliano Giuseppe, che ne disponeva gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

x