« Torna indietro

mercato

Ballarò, il Consiglio approva il regolamento per i nuovi spazi al coperto. Ecco le dichiarazioni delle forze politiche

Approvata, in Consiglio comunale, la delibera per l’assegnazione degli spazi di vendita nel mercato storico al coperto di Ballarò. L’Assemblea cittadina ha regolamentato la materia imponendo ai commercianti di vendere le loro merci solo dopo un iter di regolarizzazione.

Approvata, in Consiglio comunale, la delibera per l’assegnazione degli spazi di vendita nel mercato storico al coperto di Ballarò. L’Assemblea cittadina ha regolamentato la materia imponendo ai commercianti di vendere le loro merci solo dopo un iter di regolarizzazione.

Gli spazi – infatti – saranno assegnati a chi lavora nella piazza da decenni, a condizione che si faccia un percorso di regolarizzazione. Prossimo atto, vedrà la pubblicazione dell’avviso per la destinazione degli stalli.

Il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato: “Il Consiglio comunale durante la seduta odierna ha approvato la delibera per la regolamentazione del mercato storico coperto di Ballarò, un atto che detta le regole per l’assegnazione degli spazi all’interno del nuovo capannone ubicato in piazza del Carmine. Le richieste di rilascio del titolo potranno essere presentate telematicamente allo Sportello Unico per le Attività Produttive, tramite l’apposita piattaforma in uso, Super@, previa registrazione, anche per il tramite di intermediario. 
“Prosegue l’impegno dell’Amministrazione Comunale – dichiara il sindaco Leoluca Orlando – che insieme alla prima Circoscrizione realizza un intervento di importante riqualificazione di piazza del Carmine e garantisce lo storico tessuto economico nel cuore del Mercato di Ballarò, patrimonio della città”.
Per l’assessora alle Attività Produttive Cettina Martorana “l’approvazione di oggi rappresenta l’inizio di un percorso importante per la città e per il mercato di Ballarò. Si tratta di un’iniziativa notevole, sia da un punto di vista sociale che economico, che prevede anche il recupero di aspetti architettonici relativi a strutture preesistenti nella nostra città”.
Per individuare i soggetti aventi diritto al rilascio dell’autorizzazione, sarà formulata, a cura del Servizio SUAP, una graduatoria unica, tenendo conto prioritariamente della maggiore anzianità di attività svolta in loco, desumibile dalla documentazione prodotta; in subordine, si terrà conto del carico familiare e, in caso di parità , della maggiore età del richiedente.
Avranno diritto al rilascio del titolo coloro i quali saranno utilmente collocati in graduatoria sino alla concorrenza del numero complessivo dei posteggi istituiti nel mercato, fatto salvo lo scorrimento della graduatoria per rinunce o per altre cause”.

Moltissime le reazioni dei consiglieri comunali. Il consigliere Ottavio Zacco, presidente della VI commissione ha dichiarato: “L’approvazione della delibera per la regolamentazione del mercato storico coperto di Ballarò un atto fondamentale a garanzia delle attività storiche che sino ad oggi hanno operato nel territorio.Nonostante le note e deprimenti vicende giudiziarie che stanno coinvolgendo il Comune di Palermo, il Consiglio comunale, durante la seduta odierna ha voluto dare un forte segnale al tessuto economico cittadino, approvando la delibera che detta regole chiare per l’assegnazione degli spazi del nuovo capannone ubicato in piazza del Carmine, garantendo la continuità storica e preservando gli attuali mercatari.

Contestualmente nella stessa seduta, ho presentato due ordini del giorno, condivisi con tutti i presenti, impegnando l’Amministrazione comunale e gli uffici competenti ad eseguire l’assegnazione dei singoli posteggi, seguendo l’ordine progressivo della graduatoria già approvata, così da poter garantire la massima trasparenza e nel contesto un secondo ordine del giorno che impegna la Giunta e gli uffici a predisporre in tempi celeri così da portare in aula entro il31/12/2021 tutti gli atti necessari per la regolamentazione dei mercati dei souvenir situati presso il Santuario di Santa Rosalia in Monte Pellegrino e i mercati dei fioristi ubicati presso le aree dei cimiteri di Sant’Orsola, Santa Maria dei Rotoli e Santa Maria di Gesù. Tutto ciò affinché finalmente si possa mettere la parola fine ad un vuoto legislativo che ha creato per anni preoccupazione ai commercianti, costretti a convivere con l’ansia di perdere dopo anni la propria fonte di reddito”.

“Oggi si è dimostrata l’importanza che il Consiglio svolga i suoi compiti e non insegua le polemiche dei social, hanno detto i consiglieri comunali del PD Rosario Arcoleo e Milena Gentile. È stato approvato il regolamento del mercato storico Ballaro’ che consentirà tra le altre cose di regolarizzare e ricondurre alla normativa vigente l’insediamento del mercato e di dare dignità agli esercenti storici. In un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, con la dilagante crisi economica post covid, la soglia di povertà è cresciuta e tanti sono i percettori di reddito di cittadinanza in questa città. Portare i mercati storici in una condizione di regolarità consente anche ai mercatari di ricevere i pagamenti attraverso le carte e soprattutto di godere di un riconoscimento ufficiale della storicità del proprio esercizio commerciale. Con questo regolamento si costituisce il criterio di assegnazione dei lotti, senza discrezionalità, ma basandosi su dati e titoli certi.Infine, questa approvazione premia un metodo e dimostra la forza della partecipazione che è stata portata avanti dall’Amministrazione in un confronto continuo con la Circoscrizione, con le Commissioni consiliari e soprattutto con le associazioni del territorio”. 

I consiglieri di Sinistra Comune hanno puntato l’accento sulle regole;

«Il Consiglio Comunale – dichiarano – ha dato il via libera alle regole per l’utilizzo degli spazi commerciali. Si tratta di regole innovative, che danno una direzione allo sviluppo turistico e che mettono al riparo da dinamiche speculative. Gli spazi saranno assegnati ai mercatari storici, a chi lavora nella piazza da decenni, anche se occorrerà sostenere un percorso di regolarizzazione. Gli spazi quindi non saranno dati a chi offre di più, ma saranno destinati gli agenti storici,  valorizzando e preservando l’identità della Piazza e del Mercato.
Ora i lavori sono in fase conclusiva e non ci sono più ostacoli per la messa a punto di un avviso pubblico per la destinazione degli stalli.
Queste regole innovative sono frutto di un percorso di partecipazione reale che ha coinvolto la Circoscrizione, gli agenti mercatali, la Giunta e le tante associazioni del territorio
“.

Il consigliere del Movimento 5 Stelle, Antonino Randazzo ha dichiarato:

“Responsabilmente avevamo detto che saremmo rimasti in aula per votare tutti quegli atti utili per la città e per i palermitani e coerentemente oggi siamo rimasti in aula per votare a favore della delibera per la istituzione del Mercato storico di Piazza Del Carmine a Ballarò.

Con l’approvazione di questo atto che introduce anche il regolamento per l’assegnazione degli stand agli operatori storici del mercato si è concluso in maniera positiva un virtuoso percorso che consentirà ai commercianti storici di regolarizzare adesso la loro posizione in una nuova area al coperto.

Questo rappresenta anche un miglioramento strutturale della loro posizione economica ed un definitivo rilancio di questa importante zona del centro storico”.
Concetta Amelia, consigliere comunale del M5S dichiara:

“In questo periodo di assoluta incertezza amministrativa l’approvazione del Regolamento del Mercato storico di Ballarò da parte del Consiglio comunale è una buona notizia. Ciò consentirà la sua regolarizzazione dando una veste strutturale non indifferente e una migliore organizzazione del lavoro e supporto economico a tutti gli esercenti storici. Lo sviluppo e la salvaguardia dei mercati storici rappresenta così un segnale tangibile verso quel percorso di cambiamento reale della città che faticosamente ricomincia a rialzarsi dagli effetti della pandemia”.

Concludiamo con l’intervento di Paolo Caracausi, consigliere comunale di di Italia Viva e presidente della III Commissione.

“Il consiglio comunale che più mi piace, quello produttivo che affronta gli atti e li approva. Oggi abbiamo dato il via libera ad un atto importante per il futuro di Ballaro’ e dei suoi commercianti.

Con grande senso di responsabilità Italia Viva era in aula ed ha votato  favorevolmente la delibera che va a regolamentare il mercato post ristrutturazione e a chiara voce ha detto anche no al trasferimento del mercato delle pulci”.

Foto di repertorio





x