« Torna indietro

SILVIO BERLUSCONI FI

Berlusconi ritirerà la sua candidatura al Colle. Per almeno 3 motivi

Lo dico subito, fare previsioni in politica è come indovinare il risultato finale di una partita di calcio ma, la vecchiaia aiuta e anche il ragionamento. Quindi, non ho paura di sbagliare perché confortato da una certa logica. La mia, si capisce.

Pubblicato il 16 Gennaio, 2022

Lo dico subito, fare previsioni in politica è come indovinare il risultato finale di una partita di calcio ma, la vecchiaia aiuta e anche il ragionamento. Quindi, non ho paura di sbagliare perché confortato da una certa logica. La mia, si capisce.

Berlusconi ritirerà la sua candidatura per almeno tre motivi. Primo, qualcuno lo aiuterà a capire che il passato, purtroppo o per fortuna – dipende dai punti di vista – non ritorna, anche se i vecchi sono tendenti alla nostalgia.

Dura lex sed lex, “Si è Cavalieri fino a che si è a cavallo”. Secondo, Silvio non è stupido (tutto gli si può dire ma non riconoscergli una buona dose di intelligenza politica sarebbe non volere ammettere la realtà) ha forse capito e capirà prestissimo che Matteo Salvini mente sapendo di mentire e che gli recita la “pupiata” del servitore gentile e riconoscente ma che ha già pensato (volpe politica del centrodestra) che questa è l’occasione buona per sbarazzarsi definitivamente dell’ingombro Forza Italia. Terzo, vicino a Berlusconi c’è da sempre Gianni Letta, un cervello che funziona, molto, ma molto bene e che convincerà il Cavaliere che è stato bello ma che è finita così, come tutte le cose di questa vita. Non parlava da un ventennio abbondante ma, c’era per i funerali del povero David Sassoli e lo ha ricordato, proprio come farebbe un Presidente.

Una considerazione ancora. I vecchi che non si arrendono alla carta di identità diventano patetici. Lo sa bene il saggio Sergio Mattarella che non prende nemmeno in considerazione il bis. E, poi anche per lui vale l’unica frase, forse, che ho apprezzato di Berlusconi durante tutta la sua epopea politica: “I cimiteri sono pieni di indispensabili”.

x