« Torna indietro

“Non è mai game over”. Dopo il blitz antimafia, striscioni alla 167 e allo stadio, si indaga

Pubblicato il 11 Aprile, 2022

Qualche giorno fa il blitz antimafia che ha sgominato parte del clan Briganti, ieri un caso che fa discutere e che non può essere affatto sottovalutato. Già, perché potrebbe rappresentare semplicemente un gesto di solidarietà verso gli arrestati dopo il blitz antimafia “Game Over”, ma potrebbe anche essere un avvertimento inquietante e pericoloso. Le 17 ordinanze di custodia cautelare effettuate dalla Direzione Distrettuale Antimafia a soggetti ritenuti vicini al clan Briganti hanno avuto un seguito e ieri sono apparse alcune immagini che sono subito diventate virali. Un’immagine preoccupante, infatti, ha fatto il giro del web. Si tratta di una foto che ritrae uno striscione con uno slogan riportante la seguente frase: “Non è mai Game Over”, riferita ovviamente al blitz antimafia dei giorni scorsi. Una sorta di avvertimenti che potrebbe significare “I giochi non sono finiti” e sulla quale la Polizia leccese si è subita messa in moto per vederci chiaro. La stessa Polizia che si è sentita chiamata in causa anche nella cornice della foto in questione in cui sarebbe stata individuata la scritta “1312” che, trasposta in lettere, diventerebbe “Acab”, celebre acronimo che – tradotto dall’inglese – recita “tutti i poliziotti sono bastardi“. 

Striscioni dopo blitz antimafia, indagano Questura e Digos

Il messaggio inquietante impresso nella striscione sarebbe stato affisso proprio su una delle palazzine della zona 167b, zona in cui è scattato il blitz antimafia denominato “Game Over”. Dello striscione, però, al momento non vi è traccia. Gli agenti della Polizia di Lecce, infatti, giunti sul posto non hanno trovato nulla e, quindi, delle due l’una: o lo striscione è stato tolto in tempo ed è rimasto affisso solo per alcuni istanti o si è trattato solo di un fotomontaggio poi riportato sui social. Ora, bisognerà fare chiarezza e dell’accaduto è stata informata anche la Digos della Questura di Lecce. Gli investigatori hanno aperto un’indagine e dovranno risolvere l’enigma al più presto. Così, come si dovrà cercare di dare un senso ad altri messaggi ambigui apparsi sugli spalti dello Stadio “Via del Mare” di Lecce durante il match di sabato pomeriggio tra i salentini e la Spal. Anche qui è apparso uno striscione che potrebbe essere riferito al blitz antimafia contro il Clan Briganti: “Sempre con voi 167”. Un altro messaggio criptico da decifrare e su cui stanno indagano Questura e Digos.