« Torna indietro

Carabiniere salva bimba di 6 mesi rimasta chiusa in auto sotto al sole rovente

Pubblicato il 27 Giugno, 2022

La madre si dimentica le chiavi dentro l’auto e la chiusura centralizzata dell’auto blocca le portiere ma, all’interno era rimasta sua figlia, una bimba di sei mesi, appena messa sul seggiolino dalla madre che stava poi posando nel portabagagli il passeggino della piccola. La tragedia si è sfiorata a Giussano, in provincia di Monza ed è stata evitata solo alla prontezza di riflessi e all’intervento di un carabiniere fuori servizio che ha sentito le urla disperate della madre.

Giussano, carabiniere salva bimba di 6 mesi rimasta chiusa in auto

L’automobile era parcheggiata in piazza Attilio Lombardi, nel centro di Giussano, l’auto – come spiegato sopra – si è chiusa improvvisamente mentre le chiavi erano ancora inserite nel cruscotto. La bimba di sei mesi era stata appena messa sul seggiolino e la madre non era ancora salita a bordo della vettura quando la chiusura centralizzata ha bloccato le portiere dell’auto. Il caldo che sta colpendo l’Italia in questi giorni e il sole a picco stavano per trasformare l’auto in una trappola mortale per la bambina di 6 mesi: la piccola, infatti, stava già soffrendo per i sintomi del colpo di calore. Il motore dell’auto, infatti, non era acceso e quindi l’aria condizionata non era attaccata.

Mentre la piccola stava perdendo i sensi un carabiniere fuori servizio ha sentito le urla disperate della madre e ha subito cercato di rompere uno dei finestrini dell’auto per salvare la piccola di 6 mesi. Una volta rotto il finestrino con un oggetto che il carabiniere ha trovato in strada la piccola è stata messa in salvo e consegnata ai sanitari del 118 intanto arrivati sul luogo. Visitata dai medici del 118, fortunatamente le condizioni della piccola erano buone e non è stato necessario il ricovero in ospedale. mentre per il carabiniere è stata necessaria una medicazione perché si era ferito ad una mano con alcune schegge di vetro; per lui è stato stabilita una prognosi di dieci giorni. (Foto di repertorio)