« Torna indietro

Catania, la sfiga e gli errori ti giocano brutti scherzi: allo Iacovone di Taranto i rossazzurri escono battuti per 3-2

Allo stadio Iacovone di Taranto i rossazzurri subiscono la seconda sconfitta consecutiva. Adesso bisogna invertire la rotta.

La sfortuna assiste il Catania anche oggi. I rossazzurri escono battuti per 3-2 dallo stadio Iacovone di Taranto dopo essere passati in svantaggio e avere rimontato. Alcuni errori in fase difensiva e le prodezze del portiere dei padroni di casa costano ai rossazzurri la seconda sconfitta consecutiva.

Baldini si affida al consueto 4-3-3 con Ceccarelli, Moro e Russini terminali offensivi. Laterza, tecnico dei pugliesi, schiera lo stesso modulo con Pacilli, Italeng e Giovinco.

Gli etnei sin dai primi minuti cercano di imporre il proprio gioco e al 9′ Ceccarelli prova il tiro, ma la palla va fuori. Al primo vero affondo cinque minuti più tardi però i padroni di casa passano in vantaggio: la difesa rossazzurra spazza un cross di De Maria, entrato anzitempo al posto di Ferrara per infortunio di quest’ultimo, sui piedi di Giovinco, che spara il tiro che non lascia scampo a Sala. 1-0.

La reazione dei rossazzurri è subitanea e al 20′ Chiorra fa un vero e proprio miracolo su un gran tiro di Russini. Due minuti dopo Provenzano sfiora il palo e al 24′ ancora Chiorra si ripete su un angolo battuto da Ceccarelli. Al 28′ la difesa rossazzurra spazza un calcio d’angolo battuto da Marsili e al 30′ Civilleri spara sul fondo.

Quattro minuti dopo Moro serve Ceccarelli, che prova il tiro, ma non inquadra per poco la porta. Sul rovesciamento di fronte Sala deve intervenire su un tiro di Granata dopo una punizione battuta da Marsili. Al 38′ la barriera dei padroni di casa respinge una punizione calciata da Maldonado.

Al 41′ Labriola spara fuori e sul rovesciamento di fronte Granata respinge una punizione. Sugli sviluppi successivi dell’azione Ceccarelli serve Monteagudo, che tira, ma non riesce a trovare lo specchio della porta. Nei tre minuti di recupero gli ospiti le provano tutte per pervenire al pareggio e Zullo deve soffrire non poco per intervenire su Moro dopo una giocata di Ceccarelli e il primo tempo si conclude con i padroni di casa in vantaggio per uno a zero.

Al primo minuto del secondo tempo Civilleri chiude su Ceccarelli e al 52′ Moro non riesce a sfruttare un assist di Sipos. Due minuti dopo De Maria fa lo stesso dopo un servizio di Giovinco. Al 54′ Moro si deve deviare in corner una girata. Al 57’però arriva il raddoppio dei padroni di casa: Pacilli crossa in area, la difesa rossazzurra spazza, ma Civilleri e prende il pallone e insacca. 2-0. Vibranti le proteste dei rossazzurri per un fallo.

Gli etnei sembrano in bambola, ma non mollano ed escono gli artigli. Così al 61′ riducono le distanze con Sipos che conclude in fondo al sacco un’azione portata avanti da Ceccarelli facendo così capitolare Chiorra. 2-1. Torna al gol l’attaccante croato del Catania. Quattro minuti più tardi Provenzano spara alto dopo una punizione scodellata in area. Ma al 70′ Zullo commette fallo in area su Moro e l’arbitro fischia il rigore: sul dischetto si presenta Moro, che con freddezza trasforma e insacca. 2-2.

Al 76′ Civilleri commette fallo di mano in attacco, i padroni di casa protestano e l’allenatore Laterza viene ammonito. Tre minuti più tardi Moro e Rosaia non intendono e l’azione sfuma. Sul rovesciamento di fronte Provenzano prova a bloccare un’azione dei padroni di casa e sul proseguo Sala blocca tiro di Italeng. All’82’ Chiorra respinge un gran tiro di Russini dopo un’azione convulsa.

All’84’ ci prova Marsili, ma sfiora il palo e la palla esce. All’88’ Civilleri accusa problemi fisici, esce dal campo, ma rientra qualche minuto dopo. Al 90′ Moro tenta il tiro al volo, ma senza esito. Al terzo minuto di recupero arriva però il gol decisivo dei padroni di casa: Marsili batte un corner e Bellocq insacca di testa. 3-2. Allo scadere la difesa dei padroni di casa respingono un calcio di punizione di Russini, dopo una fallo che ha portato all’espulsione per doppia ammonizione di Granata. L’arbitro fischia la fine e allo Iacovone il Taranto batte il Catania per 3-2.

IL TABELLINO

Taranto (4-3-3): Chiorra; Tomassini, Zullo, Granata, Ferrara; Labriola, Marsini, Civilleri; Pacilli, Italeng, Giovinco. Allenatore Giuseppe Laterza

Catania (4-3-3): Sala; Calapai, Claiton, Monteagudo, Zanchi; Izco, Maldonado, Provenzano; Ceccarelli, Moro, Russini. Allenatore Francesco Baldini

Marcatori: 14′ Giovinco (T), 57′ Civilleri (T), 61′ Sipos (C), 71′ Moro rig. (C), 90′ + 4′ Bellocq (T)

Ammoniti: 27′ Provenzano (C), 42′ De Maria (T), 62′ Zanchi (C), 79′ Granata (T), 90′ +1′ Albertini (C)

Espulsi: 90′ + 6′ Granata (T)

Sostituzioni Taranto: 5′ Ferrara/De Maria, 60′ Labriola/Mastromonaco e Pacilli/Bellocq, 77′ Giovinco/Santardia

Sostituzioni Catania: 46′ Izco/Sipos, 63′ Zanchi/Albertini e Calapai/Greco, 74′ Maldonado/Rosaia, 81′ Provenzano/Cataldi

Recupero: 3′ 1T, 6′ 2T

Arbitro: Federico Longo di Paola (CS)

x