« Torna indietro

Chiaiano e Piscinola, posti di blocco e servizi di contrasto alle armi. Controlli anche col metal detector nella stazione metro

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Pubblicato il 20 Dicembre, 2021

La Compagnia dei carabinieri Napoli Vomero ha messo in atto una serie di controlli nel quartiere di Chiaiano e nelle aree vicine con l’obiettivo di contrastare le armi in zona. Perquisizioni e posti di blocco sono stati effettuati nelle parti più sensibili ed hanno avuto come bilancio: 87 persone identificate, 38 delle quali già note alle forze dell’ordine, 1 pistola e 3 armi bianche sequestrate.

Sono inoltre stati denunciati alla prefettura due ragazzi che, nei pressi della metro di Chiaiano, sono stati trovati in possesso di due coltelli a serramanico e di 2 spinelli. Altri 7 ragazzi, sono stati denunciati alla prefettura, perché trovati in possesso di modiche quantità di droga. Ovviamente sono stati effettuati anche i controlli al greenpass. Solo nella giornata di ieri sono state sanzionate 11 persone perché non in possesso della carta verde.

Un arresto a Piscinola

A Piscinola è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Marianella, per detenzione di arma clandestina, un 31enne incensurato di Pianura. I militari hanno notato 2 uomini a bordo di un’utilitaria a via Napoli e gli hanno intimato di fermarsi. L’autista ha tentato la fuga ma dopo pochi metri i Carabinieri li hanno fermati. All’atto della perquisizione, il 31enne è stato trovato in possesso di una pistola beretta calibro 7,65 con matricola abrasa e pronta a sparare dato che nel caricatore erano presenti 8 colpi. Durante la perquisizione, i Carabinieri hanno inoltre trovato e sequestrato una mazza da baseball lunga all’incirca 40 centimetri.

Il passeggero, un 29enne incensurato è stato segnalato alla prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente, in quanto deteneva nelle sue tasche anche una dose di marijuana.

La pistola sequestrata verrà sottoposta ai rilievi balistici di rito per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti, mentre l’arrestato è stato condotto al carcere in attesa di giudizio.

Skip to content