« Torna indietro

Cina incidente

Incidente drammatico, auto precipita dal terzo piano: bilancio tragico

u Weibo, noto social network che rappresenta il più grande portale di informazione cinese, è stato pubblicato un video che nel giro di poco tempo è diventato virale per la sua drammaticità e che ritrae i drammatici momenti successivi al volo di un’auto dal terzo piano di un palazzo in Cina.

Pubblicato il 24 Giugno, 2022

Su Weibo, noto social network che rappresenta il più grande portale di informazione cinese, è stato pubblicato un video che nel giro di poco tempo è diventato virale per la sua drammaticità e che ritrae i drammatici momenti successivi al volo di un’auto dal terzo piano di un palazzo in Cina.

Auto precipita dal terzo piano: bilancio drammatico

Secondo le prime ricostruzioni un’auto della casa automobilistica cinese Nio è volata dal terzo piano di un palazzo a Shanghai, dove ha sede la stessa azienda.

Il bilancio del drammatico incidente è piuttosto grave: sono due i morti e, a quanto pare, sarebbero due collaudatori che stavano testando il veicolo, per la precisione un dipendente stesso della Nio ed un collaboratore di un’azienda partner.

Non c’è stato nulla da fare per i due uomini che sarebbero morti sul colpo, intenti a testare una Nio ET5, la nuova berlina elettrica presentata da poco dall’azienda cinese e considerata dalla stampa come la principale competitor della Model 3 di Tesla.

Nel drammatico video si notano almeno 5 soccorritori attorno alla vettura, pochi secondi dopo lo schianto, che provano a soccorrere i due uomini all’interno dell’abitacolo, ma purtroppo senza fortuna.

La Nio commenta: “É stato un errore umano”. E scoppia la polemica

Subito dopo il tragico schianto la Nio, giovane e rampante azienda cinese nata nel 2014 e specializzata nella realizzazione di mezzi elettrici, sempre sul social network Weibo si è affrettata a precisare che l’incidente non è dipeso da un guasto dell’auto, quanto piuttosto da un errore umano.

Una precisazione che non è piaciuta a molte persone, le quali hanno sottolineato l’indelicatezza dell’azienda alla luce di una morte così tragica e scioccante di due persone, i cui corpi sono ancora caldi.

Secondo le prime ipotesi della stampa locale, il collaudatore avrebbe sbagliato ad inserire la retromarcia e così, invece di andare indietro, è partito in avanti ed evidentemente non è riuscito a frenare in tempo.

Si tratta solo di supposizioni e probabilmente sarà avviata un’indagine per fare piena luce su questo evento così funesto e drammatico.