« Torna indietro

Crolla una palazzina nel centro storico di Afragola: si cercano 4 persone

Crollata una palazzina nel centro storico della città. I fatti si sono verificati intorno alle 22.00. Al momento sono 4 le persone disperse sotto le macerie dello stabile di via Ciaramella, ma non è chiaro e vi siano altri soggetti sotto le macerie

Intervento dei vigili del fuoco ad Afragola, questa sera poco prima delle 22 circa in via Ciaramella angolo via Setola, per il crollo di una palazzina di quattro piani disabitata. In corso verifiche per escludere l’eventuale coinvolgimento di passanti.

Dalle prime informazioni, sono 4 le persone disperse sotto le macerie di una palazzina crollata nel centro storico di Afragola, in via Ciaramella, nella città metropolitana di Napoli. Sul posto ci sono Carabinieri, ambulanze del 118, vigili del fuoco e protezione civile che stanno scavando tra le macerie dell’edificio per recuperare eventuali persone coinvolte nel crollo.

Tanta la rabbia tra i residenti. Già lo lo scorso dicembre, sempre nella zona del centro storico di Afragola, si erano aperte due grosse voragini nel sottosuolo e sono state sgomberate sei famiglie dalle proprie residenze.

Un utente sui social scrive: «Basta, non è possibile cancellare così la nostra storia. Ogni volta è un colpo al cuore, ogni volta perdiamo un pezzo della nostra identità. Bisogna agire prima che sia troppo tardi, lo diciamo da troppo tempo. Siamo stanchi delle vostre speculazioni edilizie È il momento di alzare il tiro».

AGGIORNAMENTO

Le ricerche (allarme rientrato)

Al momento non c’è nessun elemento che possa far ritenere che ci siano persone rimaste sotto le macerie dello stabile crollato all’angolo tra via Ciaramella e via Sacri Cuori ad Afragola. Lo riferisce il sindaco della città, Antonio Pannone, dopo aver parlato con le forze dell’ordine.

Sarebbe rientrato l’allarme scattato in un primo momento circa l’eventuale presenza all’interno del palazzo disabitato di extracomunitari senza fissa dimora che lo avrebbe scelto come luogo di riparo. Ma le verifiche in questa direzione continuano così come quelle tendenti ad escludere che ci possa essere stato qualche passante coinvolto dal crollo delle macerie.

La foto è delle 23:30 circa (chiediamo scusa per la qualità)

x