« Torna indietro

Crosetto

Crosetto nella bufera: tweet di sospetti sull’ospedale distrutto, poi cancellato

Pubblicato il 10 Marzo, 2022

“Ieri la notizia del bombardamento di un ospedale pediatrico. Oggi molti siti dicono che era un ex ospedale, sgombrato ed utilizzato da militari. Noi leggiamo, da lontano, senza poter verificare e vorremmo che chi ci dà le notizie, approfondisse i fatti, cercando la verità”, così Guido Crosetto.

Non l’avesse mai fatto. Il coordinatore nazionale di Fratelli d’Italia è stato investito da una cascata di critiche e commenti al vetriolo dopo quel che ha esternato su Twitter, tanto da costringerlo a rimuovere il post, per poi pubblicarne un altro. Questo, col quale cerca di giustificare quella cancellazione che sa di resa alle critiche: “Ormai per evitare di avvelenarti le giornate devi evitare di scrivere qualunque tweet che richieda almeno 5 secondi di riflessione in chi lo legge. Perché altrimenti ti toccherà cancellarlo per rabbia”.

Eppoi, poco dopo, ne pubblica un altro, col quale gioca la carta dell’autoironia, scrivendo un commento al quale si risponde così come, secondo lui, farebbero subito haters o detrattori: “Oggi, qui, c’è il sole. -Parla per te! -Beato te che ci vedi/che hai una finestra/che sei vivo/che non lavori in miniera. -Cosa hai contro la luna? -Non hai visto le nuvole in arrivo? -È pallido per colpa vostra. -Lì ma non da me! Bastardi! -Con ciò che accade parli del sole?”.

Crosetto era già reduce, è proprio il caso di dire, dalle polemiche scatenate da un tweet pubblicato due giorni fa col quale giungeva in soccorso del Salvini contestato in Polonia: “Basta. Non è stato Salvini ad invadere l’Ucraina. Ha dato credito a Putin pensando che mai avrebbe invaso una nazione libera? Si, lo ha fatto, sbagliando. Come altri. Avete perdonato gente che ha applaudito i carri armati dell’URSS e la guerra in Libia, potete anche farlo con lui”

“Mi compiaccio del suo spirito, tuttavia quando si è trattato di infierire su qualcosa o qualcuno non mi sembra che Salvini si sia mai tirato indietro”. E’ uno dei commenti più soft al quale Crosetto risponde: “Io sono io. Lui è lui”.

“Dai Guido Crosetto, hai sposato cause migliori, non rovinare tutto”, “Salvini è quello secondo cui ci vorrebbero due Mattarella per fare un Putin. E tu ora lo difendi pure?”, “Non c’entra il perdono. Uno che dice cedo due Mattarella in cambio di mezzo Putin, non va perdonato, andrebbe ignorato”, “Basta cosa? Tralasciando che ha fatto la figura di merda del secolo, ha costruito la carriera politica sul seminare odio e ora va in giro coi rosari a parlare di pace senza prendersi la minima responsabilità per quel che ha fatto e quel che è stato. Non merita che disprezzo”: sono soltanto alcuni delle migliaia di commenti al tweet di Crosetto, tanto per intenderci.

Visualizza debug dell'ad

L'annuncio non è visualizzato sulla pagina

articolo attuale: Crosetto nella bufera: tweet di sospetti sull'ospedale distrutto, poi cancellato, ID: 258589

Annuncio: Header amp (292123)
Posizionamento: HEADER AMP (header-amp)

Condizioni di Visualizzazione
Accelerated Mobile Pages
Annunciowp_the_query
Array ( [type] => amp [operator] => is ) Array ( [post] => Array ( [id] => 258589 [author] => 168 [post_type] => post ) [wp_the_query] => Array ( [term_id] => [taxonomy] => [is_main_query] => 1 [is_rest_api] => [page] => 1 [numpages] => 1 [is_archive] => [is_search] => [is_home] => [is_404] => [is_attachment] => [is_singular] => 1 [is_front_page] => [is_feed] => ) )
pagine specifiche
Annunciowp_the_query
396post_id: 258589
is_singular: 1




Trova soluzioni nel manuale