« Torna indietro

Esercitazione Nato in Norvegia, aereo precipita: quattro morti

epa09753528 A US Air Force Bell Boeing V-22 Osprey aircraft at the airport in Jesionka, southern Poland, 13 February 2022. US soldiers arrived to Poland following the Pentagon's announcement of additional forces moving from the United States to Europe to strengthen NATO's eastern flank. EPA/Darek Delmanowicz POLAND OUT

Esercitazione Nato in Norvegia, aereo precipita: quattro morti

Pubblicato il 19 Marzo, 2022

Un aereo è precipitato nel nord della Norvegia, nel corso delle manovre Nato chiamate “Cold Response”: a bordo c’erano quattro militari, che hanno perso la vita. La conferma arriva dai Marines Usa, la notizia è stata data dal Centro per il coordinamento dei soccorsi norvegese (Jrcc). Si tratta di un’esercitazione che coinvolge 200 aerei e circa 50 navi. Il V-22 Osprey sarebbe dovuto atterrare attorno alle 19 ora italiana: poco prima delle ore 18 e 30, se ne sono perse le tracce. Il servizio di soccorso della Norvegia settentrionale ha scritto in una nota: “Un aereo militare americano, Us Osprey, è stato dichiarato disperso alle 18:26 (1726 Gmt) a sud di Bodo“. Le condizioni meteorologiche nell’area erano pessime e il velivolo “ha colpito il suolo”.

Jonas Gahr Støre, primo ministro norvegese, ha dichiarato su Twitter: “È con grande tristezza che abbiamo ricevuto il messaggio che quattro soldati americani sono morti in un incidente aereo la scorsa notte. I soldati hanno partecipato all’esercitazione Nato Cold Response. Le nostre più sentite condoglianze vanno alle famiglie, ai parenti e ai commilitoni dei soldati nella loro unità”. E’ stata aperta un’indagine, al fine di chiarire le cause dell’incidente. Non conosciamo i dettagli relativi alla sorte dei quattro militari.

L’aereo era un convertiplano

L’aereo militare caduto era un convertiplano. Questo tipo di veivolo ha la capacità di portanza verticale di un elicottero, ma anche la velocità e l’autonomia di un convenzionale velivolo ad ala fissa.

Sono 3.000 i marines che lavorano nel nord della Norvegia, all’esercitazione Nato Cold Response 22: è una delle più grandi esercitazioni Nato dalla fine della Guerra Fredda. In totale, i soldati sono 30.000.
L’esercitazione si svolge ogni due anni. Era già prevista, molto prima dell’invasione russa dell’Ucraina.

x