« Torna indietro

Conto corrente online

Fondi d’investimento: ecco gli etf da tenere d’occhio nei prossimi mesi secondo gli analisti

Pubblicato il 22 Luglio, 2022

In questa fase molto delicata dal punto di vista macroeconomico, molti investitori rivolgono la propria attenzione agli etf, in quanto considerati un bene sottoposto ad una volatilità minore rispetto ad altri asset. Nello specifico infatti gli etf, acronimo inglese che significa Exchange Traded Funds, sono dei fondi d’investimento quotati sui principali listini di borsa che sono divenuti celebri perché molto utilizzati negli ultimi anni. La loro notorietà deriva dal fatto che possono risultare molto utili a chi desidera ottenere un buon grado di diversificazione e investire nel lungo termine.

Gli analisti sono quindi intenti nel valutare gli etf alla luce della situazione macroeconomica del momento, con lo scopo di provare a mettere in evidenza quelli che nei prossimi mesi potrebbero avere un rendimento più interessante. Gli etf sono fondi a gestione passiva, ovvero sviluppati per replicare fedelmente l’andamento di un indice di borsa, e di conseguenza il loro andamento dipende sempre da fattori ampi e spesso comuni a diversi settori. Di conseguenza gli etf sono degli strumenti particolarmente interessanti per i risparmiatori che operano nel lungo termine o che desiderano trovare “rifugio” nei periodi di turbolenza economica.

Gli etf del momento

Per chi desidera investire in etf è molto importante utilizzare l’analisi tecnica, ovvero uno strumento idoneo per cercare di individuare un buon punto d’ingresso. In alternativa può essere molto utile leggere le analisi del settore e consultare i trend del momento. Tra gli etf migliori vi è sicuramente il Vanguard Total Stock Markets, un fondo di investimento che include tutti i titoli più conosciuti e i colossi di diversi settori, come ad esempio Amazon, Apple e Microsoft.

Si tratta quindi di un etf in grado di dare stabilità ad un portafoglio ma anche di beneficiare di ottime prospettive di crescita. I numeri sono tutti a suo favore, essendo cresciuto in modo continuativo per diversi anni consecutivi. Sicuramente interessante è anche Invesco Powershare, un etf che include tutte le principali azioni quotate a Wall Street e sui listini europei che offrano obbligazioni con cedole superiori al 5%. In questo caso si tratta di un etf nuovo, lanciato da poco, ma che racchiude delle ottime prospettive di crescita e che per questo sta raccogliendo moltissime adesioni.

Un altro etf molto interessante è Vanguard S&P 500, uno strumento di investimento particolarmente adatto a chi abbia la volontà e la capacità di tenerlo a lungo nel proprio portafoglio. E’ composto da una selezione delle migliori azioni in ambito tecnologico e industriale tra quelle quotate a Wall Street. Per chi ha una propensione al rischio leggermente più alta è invece molto interessante United States Oil Fund, un etf composto da gruppi operanti nel settore petrolifero ed energetico degli Stati Uniti. Un settore decisamente molto interessante ma non privo di rischi, in questa fase di crisi energetica.

Come costruire un portafoglio di etf

Nella realizzazione di un portafoglio di etf è molto importante prestare attenzione ad alcuni importanti fattori specifici. Per prima cosa gli orizzonti temporali e la propensione al rischio dovrebbero essere sempre allineati con gli etf scelti. Ciò significa che quelli selezionati devono essere adeguati per il rischio che una persona è disposta a correre e con il tempo che può permettersi di attendere nella speranza che il proprio investimento produca i risultati sperati. Altri fattori utili da prendere in considerazione sono poi:

  • Composizione mista.
  • Valutazione di etf specifici.
  • Scelta di un broker adatto.
  • Diversificazione adeguata del portafoglio.
  • Necessario aggiornamento continuo.

Una buona composizione mista, fatta in modo da limitare i rischi, può essere quella fatta con un 75% del budget collocato su etf e un restante 25% allocato su azioni. Se una persona ha una conoscenza di un particolare settore ed ha delle ragionevoli motivazioni per ipotizzare un incremento di quel comparto, allora può decidere di optare per degli etf specifici, ovvero realizzati con titoli appartenenti tutti ad uno stesso ambito. La scelta del broker è invece molto importante al fine di ottenere un minor costo di gestione degli investimenti.

A tal riguardo è sicuramente importante segnalare che i migliori broker di trading online, recensiti dalle apposite guide di settore, permettono ormai di investire con la massima sicurezza e in assenza di commissioni sulle compravendite. Infine è importante anche non dimenticare di diversificare il proprio budget al fine di ridurre il rischio delle proprie operazioni, anche nel caso in cui gli investimenti abbiano importi contenuti.

Skip to content