« Torna indietro

FRECCIAROSSA FINAL EIGHT 2022: la sfida Virtus Bologna – Brindisi

Basket. FRECCIAROSSA FINAL EIGHT 2022. Virtus Bologna in trasferta per la sfida con Happy Casa Brindisi. Palla a due domani, giovedì 17 febbraio, alle 20.45, Vitrifrigo Arena (Pesaro).

Pubblicato il 16 Febbraio, 2022

Basket. FRECCIAROSSA FINAL EIGHT 2022. Virtus Bologna in trasferta per la sfida con Happy Casa Brindisi. Palla a due domani, giovedì 17 febbraio, alle 20.45, Vitrifrigo Arena (Pesaro).

Le parole di coach bianconero Sergio Scariolo alla vigilia delle Final Eight di Coppa Italia: “La Virtus negli ultimi dieci anni ha passato il quarto di finale una sola volta, un dato significativo che più che creare pressione, penso serva molto per concentrare attenzione ed energie sulla prima partita. Ho giocato molte Coppe del Rey, la cui formula è stata poi copiata in tanti Paesi, posso dire che pensare alla prima partita è quanto di meglio possano fare i giocatori anche alla luce della tradizione negativa della Virtus in Coppa Italia nelle ultime uscite. Brindisi ha rinforzato fisicamente il roster, con stazza, impatto fisico e più capacità finalizzative, una delle migliori squadre nel rimbalzo d’attacco, con giocatori importanti come N. Perkins e altri ottimi giocatori, con una buona tradizione di Coppa e che sa intendere nel miglior modo possibile questo Trofeo. In una partita secca i valori si assottigliano così come le differenze di organico, dobbiamo rimanere concentrati e all’erta. Nei precedenti incontri Brindisi ci ha messo in difficoltà, poi siamo riusciti con merito a vincere, ma mai in maniera semplice. Hervey e Teodosic non sono nella stessa situazione, probabilmente in una partita di regular season Teodosic non giocherebbe, ma la Coppa Italia è una competizione particolare e lui ha voglia, ma dobbiamo guardare più in là nei giorni, perchè ha una autonomia molto limitata, dobbiamo ragionarci e vedere anche le risposte e le sensazioni dell’ultimo allenamento. Hervey sono due mesi e più che non gioca con contatto e il suo ruolo è un ruolo di contatto, deve riprendere la confidenza con lo scontro fisico e vincere questo timore. L’operazione di Alexander è stata molto intelligente sia per lui che per noi, un ragazzo serio, che seguiremo nel corso della stagione con attenzione e affetto.”

Skip to content