« Torna indietro

deceduto

Fuorigrotta, rapina in un oleificio con un coltello da cucina: arrestato in flagranza di reato

In via Leopardi.

Pubblicato il 20 Gennaio, 2022

Il quartiere di Fuorigrotta ieri è stato oggetto di controlli da parte dei carabinieri della Compagnia di Bagnoli. Durante gli accertamenti sono state identificate 143 persone, di queste 46 già note alle forze dell’ordine e 79 veicoli.

Rapina con coltello in via Leopardi

È finito in manette, durante le operazioni, un 49enne già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato arrestato per rapina. Il 49enne è entrato all’interno di un oleificio, al civico 103 di via Leopardi. Con un coltello da cucina ha minacciato il titolare dell’attività commerciale e si è fatto consegnare 350 euro per poi fuggire.

Le ricerche immediate da parte dei carabinieri hanno permesso di trovare il rapinatore che si era nascosto all’interno di un condominio in via detta Grotta Vecchia. L’uomo è adesso in attesa di giudizio agli arresti domiciliari.

Controlli su tutto il territorio: arresti e denunce

Su ordine della Procura di Milano è stato inoltre arrestato il 45enne G.S. L’uomo dovrà scontare la detenzione domiciliare per due anni e tre mesi.

Sempre durante le operazioni effettuate dagli uomini dell’arma sono state denunciate due persone a piede libero. I due sono: un uomo fermato a bordo della propria auto, anche se sottoposto in quarantena dall’Asl in quanto positivo al Covid-19 ed un parcheggiato abusivo.

Infine, a Soccavo, è stato arrestato per evasione V.C., di 60 anni e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era in giro anche se sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.