« Torna indietro

Si indigna perché “seduto vicino ai gay”: la reazione del gestore del locale è virale

Pubblicato il 14 Aprile, 2022

“Ci vediamo costretti e allo stesso tempo veramente dispiaciuti a dover condividere una recensione come questa. Invitiamo questa persona a non presentarsi più nel nostro locale e con questo post vogliamo prendere una posizione ben definita contro coloro che la pensano allo stesso modo. Ci sarebbe piaciuto dire direttamente queste cose a tale signore se solo ne conoscessimo il vero nome e cognome”.

Il gestore della Buschetteria Faedo di Monte di Malo, nel vicentino, ha risposto così alla recensione pubblicata da un cliente su TripAdvisor, la nota applicazione che raccoglie giudizi e voti su hotel e ristoranti: “Mi hanno messo a mangiare di fianco a dei gay e sinceramente non mi sono sentito molto a mio agio durante la consumazione. Peccato, perché la bruschetta era molto buona”.

Bruschetteria Faedo

Il commento omofobo è stato diffuso dalla pagina Facebook “I sentinelli di Milano“, con tanto di immediata risposta del proprietario della trattoria: “La invitiamo a non tornare a consumare la nostra bruschetta in quanto nel nostro locale accettiamo tutti, tranne omofobi. Ci scusiamo per il disagio, non avevamo capito venisse dal medioevo. A saperlo l’avremmo messa a mangiare nella porcilaia, dove probabilmente si sarebbe trovato più a suo agio”.

Indignazione che, così come abbiamo documentato in cima, è stata ribadita sulla pagina Facebook della trattoria. Che ha ricevuto migliaia di commenti di stima per la avere pubblicamente preso posizione.

Fra gli utenti che hanno manifestare stima anche Monica Cirinnà.

“Grazie per aver avuto il coraggio di schierarvi a favore dei diritti, contro il pregiudizio e l’odio – ha scritto la senatrice del Pd – Avete reso il vostro locale un luogo sicuro, aperto ad accogliere ogni persona, e questo è un bellissimo esempio di responsabilità sociale per un’impresa come la vostra. Vi auguro il successo che meritate e cercherò di venire a trovarvi presto”.

“A questo tipo gli è andato in bruschetta il cervello. Grazie per aver privilegiato buon senso e diritti”, ha commentato lo scrittore Matteo Grimaldi.

E poi un fiume di messaggi di cittadini da tutta Italia:

“Applausi a scena aperta per voi. Peccato che siamo lontani, ma nel caso in cui dovessi capitare dalle vostre parti, verrò senz’altro a trovarvi”, “Complimenti per la risposta. Purtroppo non abito vicino alla vostra trattoria, ma se mai dovessi passare da quelle parti vi vengo sicuramente a trovare. Risposte come la vostra mi fanno credere che una speranza c’è! Per il momento vi ho messo mi piace”, “Per un cliente che se ne va ne avete presi altri mille! Immensa stima complimenti”, “È davvero triste e insopportabile dover ancora una volta leggere attestati di odio di genere come questi. Ma è straordinariamente importante e incoraggiante la vostra presa di posizione, che va lodata e supportata. Un grande plauso !”, “Bravi, siete stati grandi anche nel rispondere! Meravigliosi peccato che sono lontana da voi ma se capita sicuramente passo a trovarvi e a mangiare una bruschetta!”, “Vivo lontano e non posso venire a trovarvi per complimentarmi di persona. Siete un gran bell’esempio per la nostra Italia dove nessuno e per nessuna ragione( sociale, sessuale,salute,fede…) deve sentirsi diverso e indesiderato”, “E io, solo per la vostra risposta, ho iniziato a seguirvi e farvi un po’di pubblicità. Peccato che siamo lontani, ma, dovessi capitare in zona, verrò sicuramente a trovarvi”, “Grazie vi auguro ogni bene siete sicuramente delle brave persone prendere posizione nel merito purtroppo non è da tutti”, “Congratulazioni per la meravigliosa risposta, giuro che quando mi troverò dalle vostre parti sarò molto lieta di conoscere la vostra persona ma anche per assaporare le vostre bruschette”.

x