« Torna indietro

Gubbio

Giallo a Licata, 16enne ricoverato con proiettile in testa ma, lui dice di essere caduto

Un ragazzo di 16 anni di Licata, in provincia di Agrigento, è finito, ieri sera (6 marzo) al pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso con una piccola ferita alla tempia e con forte mal di testa.

Pubblicato il 7 Marzo, 2023

Un ragazzo di 16 anni di Licata, in provincia di Agrigento, è finito, ieri sera (6 marzo) al pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso con una piccola ferita alla tempia e con forte mal di testa.

Ai medici, pare abbia detto di essere caduto ma, quando lo hanno sottoposto ad accertamenti strumentali hanno scoperto che il minorenne aveva un proiettile di circa 7 millimetri in testa. Qualcuno gli ha sparato.
Accertata l’emorragia, dall’ospedale di Licata il ragazzo è stato trasferito al “Sant’Elia” di Caltanissetta dove verrà sottoposto a intervento chirurgico. L’adolescente è in prognosi riservata.

Già ieri sera, dal “San Giacomo d’Altopasso” è stata informata la polizia di Stato che si sta occupando delle indagini.

Il giallo sul racconto del giovane

E’ un giallo cosa sia accaduto – davvero – all’adolescente anche perché lo stesso minore ha riferito d’aver sbattuto la tempia cadendo. E inizialmente anche i medici, che lo vedevano in piedi e cosciente, gli avevano creduto. Poi, quando ha iniziato a star male, fatti gli accertamenti strumentali è stato trovato il proiettile nella testa. Immagine di repertorio

About Post Author