« Torna indietro

Gli Usa avvertono l’Ucraina: “Mosca pronta all’invasione entro 48 ore”

Pubblicato il 23 Febbraio, 2022

L’amministrazione Biden ha informato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che “secondo informazioni di intelligence la Russia sta preparando uninvasione su larga scala del suo Paese nel giro delle prossime 48 ore”. A riferirlo sono Newsweek e Cnn citando dirigenti dell’intelligence americana.

Infatti secondo il governo statunitense – che ha avvertito l’Ucraina – “Mosca sta preparando una invasione su larga scala del Paese nel giro delle prossime 48 ore”.

Entro 48 ore l’invasione

Tutte le truppe russe sul campo sono pronte all’invasione – secondo quanto rivelato da un esponente della Difesa statunitense all’agenzia Reuters – le forze russe intorno all’Ucraina sono pronte all’invasione; l’80% è in posizione di attacco e pronte a partire. Putin ha il 100 per cento delle forze che, secondo gli Stati Uniti, avrebbe schierato per attaccare l’Ucraina”.

Secondo la stessa fonte, il Pentagono ritiene che Putin sia non solo pronto a lanciare un’invasione su larga scala, ma che questa sia un’opzione probabile.

Il cyberattacco

Un attacco che si sta manifestando anche via web, dal momento che i siti governativi ucraini e quelli di diverse banche del Paese sono stati colpiti da un cyberattacco. Gli obiettivi dell’attacco sono, tra gli altri, i ministeri della Difesa, degli Esteri e dell’Interno, oltre a Privatbank, la banca più grande del Paese. Un attacco simile avvenne pochi giorni fa, e il governo ucraino accusò i servizi russi.

Richiamati i riservisti

Intanto, sempre secondo le fonti statunitensi, la conferma deriva anche dal fatto che Kiev ha intanto iniziato a richiamare in servizio i riservisti dell’esercito di età compresa tra 18 e 60 anni.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha infatti firmato un decreto con cui richiama i riservisti e che indica come il Paese si stia preparando a difendersi da un’invasione russa. I riservisti dovranno prestare servizio per un massimo di un anno, si legge nel decreto. Zelensky vuole così aumentare di circa duecentomila soldati il suo esercito.

Avanza “l’esercito segreto”

Intanto la Bild, il tabloid tedesco riferisce di aver scoperto nel sud della Russia circa 300 mezzi militari russi delle forze speciali Spetznaz che procedono verso la zona di confine di Marinowka.

Il tabloid definisce i blindati come “l’esercito segreto”, aggiungendo che i mezzi sono sprovvisti di segni distintivi. La notizia trova conferma anche dal Reuters sul cui sito parla di due convogli militari senza insegne, che avanzano su due differenti direttive dal confine russo verso Donetsk.

L’ufficio del presidente ucraino, Volodymyr Zelenskyl fa sapere che il “governo ucraino ha deciso di rafforzare la sicurezza della città portuale di Mariupol, nell’area della regione di Donetsk controllata da Kiev”.

Inoltre, è stato cancellato l’incontro tra il ministro degli Esteri russo Lavrov e il Segretario di Stato americano Blinken, previsto per la giornata di domani giovedì.