« Torna indietro

Google Helpful Content Update: Cosa c’è da sapere?

Il nuovo aggiornamento arriverà nei prossimi giorni per tutti i contenuti in lingua inglese ma nel prossimo futuro sarà allargato anche ad altri paesi, Italia compresa. L’obiettivo resta sempre lo stesso: garantire all’utente la migliore qualità possibile dei contenuti

Pubblicato il 3 Settembre, 2022

Grosse novità in vista, infatti, Google ha appena rilasciato un comunicato stampa dove introduce un nuovo aggiornamento chiamato Helpful Content Update. Il nuovo aggiornamento arriverà nei prossimi giorni per tutti i contenuti in lingua inglese ma nel prossimo futuro sarà allargato anche ad altri paesi, Italia compresa. L’obiettivo resta sempre lo stesso: garantire all’utente la migliore qualità possibile dei contenuti andando a rafforzare il valore di un contenuto autentico scritto dalle persone per le persone e quindi utile all’utente finale. Con questo aggiornamento Google vuole andare a penalizzare, infatti, tutti qui contenuti creati al solo scopo di avere un posizionamento migliore sul motore di ricerca. E’ chiaro quindi che da adesso l’importanza di poter disporre di conoscenze SEO è diventata la chiave per il successo di un progetto web. Purtroppo però restare sempre aggiornati su tutte le modifiche che Google puntualmente propone ai suoi utenti è un impresa non semplice, per questo esistono aziende specializzate come Eskimoz, leader del settore in Europa, con all’interno un team preparato di esperti SEO che seguono costantemente tutti gli aggiornamenti e le modifiche proposte da Google assicurando all’utente la massima copertura possibile nella ricerca organica.

Helpful Content Update: come funziona?

“Any content — not just unhelpful content — on sites determined to have relatively high amounts of unhelpful content overall is less likely to perform well in Search, assuming there is other content elsewhere from the web that’s better to display. For this reason, removing unhelpful content could help the rankings of your other content.”

Come si può intendere dalla nota pubblicata da Google una volta entrato in azione questo aggiornamento i sistemi di Google andranno automaticamente a rilevare i contenuti considerati di “bassa qualità” e questo accadrà già dalle prossime settimane. In realtà Google ha sempre fatto fatto delle valutazioni di tutte le pagine web ma da adesso in poi sarà aggiunto un nuovo criterio di valutazione basato sulla reale utilità del contenuto all’utente finale. Ma come possiamo capire se un contenuto creato è di qualità o meno? Niente di più semplice, infatti, i sistemi di Google andranno a premiare qualsiasi contenuto unico che risulti utile all’utente finale mentre andrà a penalizzare tutti i contenuti creati al solo scopo di avere un posizionamento sul motore di ricerca (come esempio basta pensare a tutti gli articoli scritti solo in funzione di una determinata parola chiave ripetuta di continuo.).

Il consiglio che Google dà a tutti i suoi utenti con questo aggiornamento è un segnale forte: saranno favoriti solo i contenuti utili alle persone e di conseguenza tutti i siti che fino ad oggi hanno creato contenuti di bassa qualità saranno penalizzati anche se, ovviamente, cioè non significa che un contenuto di valore inserito in un sito con grande quantità di contenuto inutile non possa classificarsi bene.

L’aggiornamento sarà completamente automatico e non sarà richiesta nessuna azione manuale. Nei prossimi giorni sarà rilasciato per la lingua inglese ma a breve arriverà sicuramente anche in Italia. Non ci resta quindi che aspettare e capire quale sarà l’impatto di questo nuovo aggiornamento Google che sempre di più sta mirando a premiare i contenuti originali e coinvolgenti.

Skip to content