« Torna indietro

hotel

Finalmente in hotel con l’amante, ma arrivano i carabinieri

Pubblicato il 16 Aprile, 2022

Altro che orgasmo. L’intenzione era quella, di trascorrere la notte dando sfogo al desiderio, ma dal piacere pregustato si è improvvisamente passati ad una dolorosissima tirata d’orecchie…

La singolare vicenda è avvenuta a Cava Manara, centro in provincia di Pavia. Protagonista, suo malgrado, un 56enne originario del varesotto. L’uomo aveva raggiunto la camera d’hotel prenotata per trascorrere una notte di fuoco con l’amante. Ma in fumo è andata ogni aspettativa, perché quando alla porta, pochi minuti dopo l’ingresso della coppia, hanno bussato i carabinieri.

I militari sono intervenuti perché il 56enne non avrebbe dovuto essere lì, né altrove. Non poteva muoversi dalla sua abitazione, gli era vietato, perché è positivo al Covid.

I carabinieri, dopo averlo identificato, lo hanno denunciato alla Procura di Varese.

Il 56enne è stato scoperto perché una volta arrivata in albergo la coppia ha fornito i propri documenti alla reception.

Le generalità dei due, così come prevede la legge, sono state trasmesse alle forze dell’ordine.

A quel punto è emerso che il nome dell’uomo compariva nell’elenco dell’Ats di Varese tra le persone attualmente in quarantena che non possono uscire dalla propria abitazione fino a quando un tampone avrà accertato la loro negatività al virus.

I carabinieri, quindi, lo hanno raggiunto in albergo e, dopo avergli notificato la denuncia, lo hanno invitato a indossare la mascherina e a rientrare subito a casa.

x