« Torna indietro

Altro incidente nel Salento. Contromano a causa di un malore, quattro feriti. Uno è grave

Pubblicato il 29 Settembre, 2022

Dopo quelli che si sono verificati nei giorni e nelle settimane scorse, ancora un incidente nel Salento. L’ultimo episodio, avvenuto in tarda mattinata, è legato ad una terribile fatalità che ha portato ad un tragico sinistro dalle conseguenze gravi, ma che potevano essere ancora più drammatiche. Un 67enne di Galatone, alla guida della sua Dacia Sandero, avrebbe accusato un malore alla guida mentre si trovava a Collepasso, esattamente a pochi metri dall’incrocio di Via Generale Giardino, intersezione con Via Corsica e Via Risorgimento. Il 67enne si sarebbe sentito male di colpo, ma per fortuna al suo fianco era seduto un altro uomo, dal lato passeggero. Quest’ultimo, nonostante i riflessi pronti, dopo aver notato che il conducente aveva accusato un malore, non ha fatto in tempo ad intervenire sui comandi dell’auto, anche perché l’autista aveva già pigiato il piede sull’acceleratore dopo essersi sentito male.

Incidente nel Salento, le conseguenze dello schianto

taranto

L’incidente nel Salento ha avuto così questa origine. L’auto con i due bordo è andata ad attraversare l’incrocio contromano ed ha preso in pieno una motoape, guidata da un 73enne del posto. L’urto è stato talmente violento che la motoape è sbalzata contro un’abitazione. Coinvolta nel sinistro, purtroppo, anche una Mercedes che si trovava dietro alla motoape ed è stata colpita dalla Dacia prima che quest’ultima terminasse la sua folle corsa. Sul posto sono intervenute quattro ambulanze del 118 che hanno trasportato i quattro coinvolti nello schianto in ospedale. Per tre di loro si parla di ferite meno gravi e contusioni di vario genere. Per il conducente della Dacia, invece, si è reso necessario il ricovero all’Ospedale Vito fazzi di Lecce, dove è stato trasportato d’urgenza e con codice rosso. Le sue condizioni sarebbero gravi. Sul luogo dell’ennesimo incidente nel Salento sono intervenuti i vigili del fuoco, la Polizia Locale e i carabinieri. A loro spetta il compito di ricostruire l’esatta dinamica del sinistro, dopo aver liberato la strada dai numerosi detriti.

Skip to content