« Torna indietro

Inquietante intimidazione nel Salento a poche ore dal voto. Colpito candidato al Consiglio Comunale

Dopo i tanti episodi dell’estate, ancora un’inquietante intimidazione nel Salento che, questa volta, arriva a pochissime ore dal voto alle elezioni comunali che si terra domenica 3 e lunedì 4 ottobre. L’episodio si è verificato nella notte in Via Ruffano a Taurisano, nel basso Salento, e ha colpito due auto parcheggiate davanti l’abitazione di un candidato al Consiglio Comunale del Partito Democratico. Le auto appartenevano al fratello ed alla cognata di Francesco Damiano, candidato con l’aspirante sindaco Luigi Guidano e segretario cittadino del Partito Democratico. Il politico vive nell’abitazione con il fratello, dipendente di una ditta di Racale. Damiano aveva da poche ore terminato il suo ultimo comizio prima del silenzio elettorale e l’ordigno con cui sono state incendiate le due auto è stato lanciato intorno alle 2 di notte.

Intimidazione nel Salento, si indaga per dare un volto agli autori

Secondo gli investigatori che stanno indagando sull’intimidazione nel Salento il gesto è di natura dolosa ed il destinatario di esso è stato proprio il candidato al Consiglio Comunale. Al momento, però, non si escludono altre piste, nonostante la vicinanza strettissima con il voto del 3 e del 4 ottobre. Sul posto dell’intimidazione nel Salento sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme e i poliziotti del Commissariato di Taurisano che stanno indagando sull’accaduto ed hanno accertato come le fiamme abbiano distrutto la Nissan del fratello di Damiano, danneggiato parzialmente l’auto della cognata e annerito tutto il prospetto dell’abitazione delle due famiglie. L’unica cosa certa al momento è la natura dolosa del gesto, ma le indagini cercheranno di reperire ulteriori informazioni per dare un volto agli autori del rogo.

x